Maggi (M5S): "Ceriscioli conferisce incarico a consulente da curriculum sconosciuto. Clamoroso autogol"

gianni maggi 1' di lettura 07/11/2019 - Anche i più distratti si saranno accorti che mi sto spendendo ed esponendo oltre il dovuto per cercare di creare le condizioni per non consegnare la nostra Regione al partito del Papeete e ai nostalgici della marcia su Roma non certo per favorire il Pd ma per salvaguardare noi e i nostri figli da una politica di paura e odio che segnerebbe tristemente la nostra e la loro vita.

Preoccupati sopratutto ad accaparrarsi una di quelle poltrone che con le prossime elezioni si dimezzeranno, i Democratici in regione, poco attenti ad un progetto alternativo alla destra, continuano ancora a fornire spunti preziosi per vanificare qualunque ipotesi di progetto.

L'ultimo viene da Ceriscioli che, per accontentare qualcuno, conferisce l'incarico di consulente per le opere pubbliche, l'ambiente e la tutela del territorio a un signore dal curriculum sconosciuto.

Per questo provvedimento il Presidente della Giunta si è avvalso di una modifica a una legge del 2001 che io, al momento della discussione in aula nel 2016, avevo definito “scandalosa” proprio perché eliminava il requisito delle specifiche competenze nel conferimento degli incarichi alla Presidenza della Giunta.

A sei mesi dalla fine della legislatura c'è qualcuno che mi sa dire in quale strategia si colloca questo clamoroso autogol che mina la già compromessa credibilità del Pd e fa rimbombare ancor più la grancassa della campagna elettorale della destra unita?


Gianni Maggi - Capogruppo del Movimento 5 Stelle alla regione Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-11-2019 alle 15:56 sul giornale del 08 novembre 2019 - 1117 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, Gianni Maggi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcwO





logoEV