Ancona: Girava con un coltello proibito, nei guai clandestino

1' di lettura 03/09/2019 - Girava con un coltello proibito, nei guai dopo il fermo della Squadra Mobile della Polizia di Stato un clandestino. Sulle spalle aveva già un ordine di carcerazione

È nella mattinata di Ieri mattina che i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Ancona hanno fermato un cittadino tunisino di 52 anni (M.H.), clandestino nel territorio dello Stato e senza fissa dimora. Gli agenti della Squadra Mobile lo hanno intercettato mentre si spostava a piedi lungo via Flaminia nei pressi di un condominio. La perquisizione dell’uomo sospetto dava esito positivo: aveva con sé un coltello proibito con lama e manico in acciaio della lunghezza di 23 cm la lama e di 12 l’impugnatura, il tutto in violazione della legge che punisce il porto abusivo di armi o strumenti atti ad offendere.

I successivi controlli a carico del tunisino permettevano di accertare che lo stesso era destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale de L’Aquila motivo per il quale al termine delle formalità di rito avvenute all’interno degli uffici della Questura, l’uomo veniva tradotto in Carcere a Montacuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.






Questo è un articolo pubblicato il 03-09-2019 alle 10:17 sul giornale del 04 settembre 2019 - 550 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baer





logoEV