Ancona: colpito da una cima di una nave, muore giovane operaio al porto

1' di lettura 10/06/2019 - Colpito da una cima di una nave. Muore sul colpo operaio 33enne al porto. La Procura apre fascicolo contro ignoti

Tragedia alla banchina 23 del porto di Ancona all’alba di questa mattina, lunedì 10 giugno, quando un operaio, dipendente di un’agenzia marittima, che stava lavorando al porto, per cause ancora da capire, è stato colpito dalla cima di una nave che lo ha sorpreso al collo. Un colpo fatale per il giovane 33enne. Si tratta di Luca Rizzeri giovane papà di famiglia. Rizzeri orginario del Nord da tempo lavorava ad Ancona con la sua famiglia che adorava, la moglie Giuliana e i suoi due figli piccoli.

Sul posto subito si sono portati gli inquirenti che faranno luce sul caso. Ad arrivare per primi la guardia costiera guidata dall'ammiraglio Enrico Moretti che ha dato i primi soccorsi all’operaio. Sul posto anche un'ambulanza ed i militi della Croce Gialla, ma per lui non c’e stato nulla da fare.

Il cavo d’ormeggio si sarebbe accidentalmente spezzato dalla banchina 23 stando a quanto si apprende da una prima ricostruzione ora al vaglio degli inquirenti e sulla quale la magistratura farà presto luce. Il pm Rosario Lioniello ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio colposo, sequestrata anche della cima che ha strappato la vita al giovane papà. Ed intanto il tam tam sui social riecheggia dopo la triste notizia. Tristezza ed amarezza per l'accaduto da parte di colleghi ed amici.






Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2019 alle 10:11 sul giornale del 11 giugno 2019 - 2246 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, croce gialla, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8qI





logoEV