Approvazione PdL 282, Gianni Maggi: "Uno scellerato alleggerimento dei requisiti"

2' di lettura 14/05/2019 - «La legge approvata dal consiglio regionale è uno scellerato alleggerimento dei requisiti per diventare segretario generale. Chiederemo agli organi competenti di verificarne l'eventuale illegittimità normativa, nonché l'eventuale abuso d'ufficio o danno erariale».

Preannuncia battaglia il capogruppo del Movimento 5 Stelle Marche, Gianni Maggi, che martedì 14 maggio in Assemblea Legislativa ha contestato aspramente la PdL 282 - ad iniziativa dei consiglieri Cesetti, Giacinti: “Modifiche della legge regionale 15 ottobre 2001, n. 20 “Norme in materia di organizzazione e di personale della Regione” - votata dalle forze di maggioranza.

«Ci sono quelli che fanno retrocedere i vincitori dei concorsi per favorire i secondi, o i terzi, come in Umbria – tuona Maggi -. Poi ci sono quelli più eleganti e raffinati, come qui nelle Marche, dove non si rispettano le leggi, o si cambiano per nominare determinate persone. Con la legge approvata oggi, in pratica, non c'è più bisogno che un dirigente abbia almeno cinque anni di esperienza per assumere l'incarico di segretario generale. Chi ha vinto il concorso ieri, insomma, può ricoprire tale ruolo di responsabilità, e prendersi circa 150 mila euro annui fra retribuzione e premi di risultato. Non so, né voglio sapere, se questa manovra sia stata confezionata ad personam. Invece so bene cosa farò: mi rivolgerò immediatamente ai rispettivi organi competenti per verificarne l'eventuale illegittimità normativa, l'eventuale abuso d'ufficio o danno erariale di questo scellerato alleggerimento di requisiti».

Maggi ha inoltre ricordato quanto accaduto in consiglio regionale un mese fa, quando la maggioranza si è sbagliata votando il suo emendamento e di fatto abrogando lo stesso alleggerimento. «Nemmeno il tempo di finire colomba e uovo di Pasqua - evidenzia Maggi - che le forze di governo ci presentano questa PdL 282, introducendo addirittura il carattere d'urgenza che nessuno ha saputo spiegarmi, al fine di sancire con legge l'inutilità dell'esperienza professionale. Non vorrei che questa celere modifica, oltre a servire per determinate nomine, come qualcuno sostiene e ai quali non voglio credere, sia funzionale anche in vista delle elezioni regionali: si sa, un segretario generale di fiducia può sempre tornare utile».








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2019 alle 16:08 sul giornale del 15 maggio 2019 - 368 letture

In questo articolo si parla di politica, Movimento 5 Stelle, M5S

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7tX