Crack Banca Marche: assolto il collegio sindacale, rinviato a giudizio gli amministratori esecutivi del Cda

Marco Pierluca 1' di lettura 13/11/2018 - Per il crac di Banca Marca arriva un primo verdetto. Martedì mattina il gup Carlo Cimini ha assolto il collegio dei revisori dei conti e rinviato a giudizio il Cda.

A processo c'erano i tre sindaci, su cui gravavano pesanti accuse (tra cui la bancarotta fraudolenta) per reati fallimentari. Marco Pierluca (nella foto), di Senigallia, Franco D’Angelo di Pesaro e Piero Valentini di Civitanova Marche sono stati assolti "perchè il fatto non costituisce reato". Per loro l'accusa aveva chiesto una condanna a 7 anni e sei mesi.

Nel processo, tenutosi con rito abbreviato, sono stati invece rinviati a giudizio alcuni membri del Cda e alcuni alti dsirigenti: si tratta dell’ex dg Massimo Bianconi, l’ex presidente Banca Marche Giuseppe Michele Ambrosini, l’ex vice direttore generale Stefano Vallesi, il dirigente Paolo Arcangeletti, Giuseppe Barchiesi, Massimo Battistelli, Giuliano Bianchi, Bruno Brusciotti, Lauro Costa, Daniele Cuicchi, Claudio Dell’Aquila, Giuseppe Paci e Tonino Perini. La sentenza è stata pronunciata in un'aula di tribunale affollatissima, con oltre 500 persone (tra ex correntisti, risparmiatori e azionisti) e una quarantina di avvocati.

Soddisfatto, per la sentenza, il legale del dott. Marco Pierluca. "Il giudice dott. Cimini ha dimostrato una grandissima onestà intellettuale, perchè non era facile assolvere il collegio revisore dei conti considerata la rilevanza mediatica che aveva assunto il processo, respingendo le istanze giustizialiste degli azionisti" -ha commentato l'avvocato Salvatore Santagata.






Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2018 alle 12:15 sul giornale del 14 novembre 2018 - 1049 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo, Marco Pierluca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1k2





logoEV