Basket: la Termoforgia ospite dell’Amministrazione Comunale

11/09/2018 - Ventiduesima stagione tra i professionisti, un settore giovanile di riguardo, l’Aurora può essere considerata una eccellenza cittadina, anche al di là del mondo sportivo.

Non a caso, eccellenza per eccellenza, dopo aver legato il suo nome a Federico II di Svevia la scorsa stagione, quest’anno ha scelto come testimonial per la sua campagna abbonamenti, il Verdicchio.

La Termoforgia al completo, staff tecnico e squadra, è stata ospite dell’Amministrazione Comunale presso la Sala Consiliare.

È stata l’occasione per fare gli auguri alla squadra, alla vigilia di un campionato che si preannuncia tra i più difficili nella storia dell’Aurora basket, visto il livello delle avversarie.

«Il primo saluto va ai nuovi – ha esordito l’assessore allo sport Coltorti – che avranno una grande responsabilità. I vostri colleghi lo scorso anno hanno sognare la città. Vi faccio un sincero in bocca al lupo.»

Poi in chiusura di intervento si è lasciato sfuggire una confessione che il valore di una promessa: «Spero di venire spesso al palasport, l’Aurora ha fatto innamorare me e la mia famiglia!»

Altero Lardinelli, Amministratore Unico dell’Aurora, ha ricordato gli obiettivi della società: «Come l’anno scorso abbiamo grandi aspettative, intanto conquistare la salvezza, poi esaltarci con il pubblico per raggiungere i play-off.»

Doveroso un ringraziamento a soci e sponsor, da parte sua: «Devo fare i miei ringraziamenti, perché è grazie a loro se siamo ancora qui. Alla squadra ricordo che ha una grande responsabilità, rappresentare la città e la nostra storia.»

Si sono poi succeduti gli interventi di coach Cagnazzo, di capitan Rinaldi, di Marcello Talacchia in rappresentanza della Termoforgia e Livio Grilli, in qualità di socio e sponsor.

Particolarmente simpatico l’inizio del suo intervento, quando si è prima rivolto al Sindaco Bacci, «sono seduto dalla parte della maggioranza o della minoranza?» e poi ad Altero Lardinelli, «devo parlare come socio o come sponsor?»

Sua una delle affermazioni più significative: «Se siamo qui è già una festa, perché significa che per il ventiduesimo anno ci saremo anche noi.»

I saluti finali del Sindaco Bacci: «Mentre ascoltavo gli altri pensavo che si abitua a tutto, ma l’Aurora, con il suo cammino straordinario, è qualcosa di unico, un punto fermo. Dalla squadra mi aspetto che dimostri un forte senso di appartenenza, che può dare alla nostra realtà un ritorno incredibile.

È vero quello che dice Lardinelli, ci aspettiamo molto da voi, perché porterete in nome di Jesi in giro per l’Italia.

Avete un grande allenatore, una persona vera, che sa trasmettere valori e lo ha già dimostrato, poi avete la fortuna di avere un grande capitano, perché nello sport è importante avere un bravo allenatore in panchina e uno in campo.

Sono convinto che se la squadra saprà ritrovare lo spirito dello scorso anno, si farà valere e farà divertire il pubblico.»





Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2018 alle 21:11 sul giornale del 12 settembre 2018 - 362 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYhW