Genga: rogo sul Colle Ameno, ad innescarlo un fulmine. Due ettari di bosco già distrutti

1' di lettura 24/08/2018 - L'incendio, scoppiato giovedì, sta continuando a distruggere la vegetazione estendendosi in zone impervie.

L'incendio divampato sul Colle Ameno di Genga, scoppiato giovedì pomeriggio alle ore 17:30 circa, ha acquisito nuova recrudescenza.

Si sono infatti sviluppati alcuni focolai in area particolarmente impervia sulla sommità della falesia di valle Scappuccia, in zona di protezione integrale del Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi, e area floristica protetta.

I focolai, che hanno già distrutto due ettari di bosco, stanno interessando un’area con vegetazione frammista di pineta e ceduo di latifoglie, di elevato pregio naturalistico, e le fiamme in alcuni tratti stanno salendo pericolosamente dal suolo alle chiome.

Al momento vi è un serio rischio che il fuoco si estenda alle chiome degli alberi acquisendo ulteriore energia distruttiva. Sul posto quattro squadre di Vigili del Fuoco unitamente ai Carabinieri Forestali di Sassoferrato, Fabriano e Genga Frasassi, i quali hanno raggiunto, con Defender attraverso mulattiere impervie e con lungo percorso a piedi fuori sentiero la parte sommitale del fuoco, aprendo un percorso anche per alcune unità di Vigili del Fuoco impegnati nelle attività di spegnimento.

Le operazioni di spegnimento sono effettuate dall’alto con ausilio di un elicottero, ed è stato richiesto anche il coinvolgimento di un canadair. Accertate le cause naturali dovute ad un fulmine che nel pomeriggio di ieri ha colpito la sommità del colle Ameno.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un articolo pubblicato il 24-08-2018 alle 14:10 sul giornale del 25 agosto 2018 - 331 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, genga, colle ameno, rogo, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXJS