Unione Europea: scattano i dazi contro gli Stati Uniti

Jean-Claude Juncker 22/06/2018 - Sono entrati in vigore venerdì i dazi su merci importate dagli Stati Uniti introdotti dall'Unione Europea in risposta alle tariffe doganali imposte dal presidente statunitense Donald Trump su acciaio e alluminio.

Le contromisure di Bruxelles alle misure protezionistiche di Trump, annunciate da tempo, colpiscono 2,8 miliardi di prodotti statunitensi. I dazi europei sono stati imposti su una lunga lista di merci: moto, barche, jeans e t-shirt, tabacco, riso, mais, sigarette, bourbon e whiskey, succo d'arancia e burro di arachidi, prodotti legati ad acciaio e alluminio (porte, finestre, laminati, tubi).

Il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker ha detto che i dazi statunitensi "vanno contro la logica e la storia". "La decisione unilaterale ed ingiustificata degli Stati Uniti di imporre dazi su acciaio e alluminio provenienti dall'Ue non ci lascia altra scelta - ha detto la commissaria UE al commercio Cecilia Malmstrom - La nostra risposta è misurata e proporzionata".

Diversi altri paesi colpiti dai dazi statunitensi hanno già imposto le proprie tariffe o si apprestano a farlo. Il Messico ha introdotto due settimane fa dazi su prodotti americani per un valore di 3 miliardi di dollari. Il Canada ha preparato tariffe contro 12 miliardi di dollari di merci statunitensi che entreranno in vigore dal 1 luglio. Anche l'India introdurrà da agosto dazi contro diversi prodotti importati dagli Stati Uniti.





Questo è un articolo pubblicato il 22-06-2018 alle 16:14 sul giornale del 23 giugno 2018 - 614 letture

In questo articolo si parla di economia, unione europea, Stati Uniti, marco vitaloni, articolo, Jean-Claude Juncker, dazi doganali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aVTu