Rimborsi visite e L. 124/98, Tribunale del Malato e Cittadinazattiva chiedono tavolo istituzionale

11/06/2018 - Dopo la nostra divulgazione alla cittadinanza dei contenuti della Legge 124/98, ricordiamo la legge che, in caso ne ricorrano le condizioni, permette ai pazienti di essere rimborsati qualora l'ASUR non sia in grado di rispettare i tempi massimi di attesa per esami e visite, il Tdm sta ricevendo parecchie richieste di informazione (anche da pazienti fuori dalla Vallesina).

Vista la rilevanza regionale che la problematica potrebbe assumere, abbiamo ritenuto opportuno ed utile con la nostra Segreteria Regionale di Cittadinanzattiva, indirizzare alla Direzione dell'ASUR Marche e al Servizio Sanità Marche, una richiesta di istituire un tavolo di confronto/lavoro regionale al fine di poter definire congiuntamente l'iter per l'attuazione del diritto sancito all'art.3 Dlgs 124/98, in particolare per quanto riguarda la necessità e urgenza che la Regione si adoperi, anche dal punto di vista economico/finanziario per la costituzione di una procedura ad hoc e quindi di un fondo a garanzia delle istanze di rimborso da parte dei pazienti per cui ricorrano le condizioni previste dalla citata legge.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2018 alle 23:16 sul giornale del 12 giugno 2018 - 253 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, Tribunale dei Diritti del Malato





logoEV