Scherma: il Club jesino si conferma 'fabbrica di medaglie'

2' di lettura 10/04/2018 - A qualunque gara, sia a livello nazionale che internazionale, gli atleti del Club Scherma partecipino, li troviamo sempre sul podio a dimostrare che la “fabbrica di medaglie” come alcuni giornalisti ebbero a chiamarlo è in piena attività continuando a formare e trasformare piccoli atleti in campioni sia sul piano sportivo che etico.

Il 31 marzo a Verona nel “ 2° Trofeo del riso” per la categoria giovanissime a conquistare l’oro e Sofia Giordani, per la categoria allievi Federico Grecanti conquista l’argento e nella categoria maschietti Pietro Raffaeli conquista il Bronzo. La indomabile Sofia Giordani il giorno 7 aprile conquista nuovamente l’oro nella gara interregionale Marche – Umbria -Toscana in svolgimento ad Arezzo accompagnata sul terzo gradino del podio dalla compagna di sala Angelica Rossolini con la medaglia di bronzo. Per la categoria maschietti è Andrea Chiaramonti a conquistare il bronzo, con lo stesso metallo viene premiato ,nella categoria giovanissimi, Pietro Raffaeli.

Ma le sorprese nell’uovo di Pasqua per il Club Scherma Jesi e per lo storico sponsor Ubi-Banca non sono finite poiché vi trovano la medaglia d’argento che Tommaso Marini ha vinto, il 7 aprile ai campionati mondiali Giovani in svolgimento al Cattolica Center di Verona. Una condotta di gara eccellente quella di Marini, assistito a fondo pedana dalla maestra Maria Elena Proietti Mosca che faceva parte dello staff Italiano, arrivato in finale battendo sia nei quarti che in semifinale le due punte di diamante della delegazione Russa rispettivamente Borodachen per 15/13 e Semenyuk per 15/10. In finale si è battuto alla grande dando il meglio di se stesso con le restanti energie rimaste dopo i due impegnativi incontri, ma la maggiore esperienza dell’avversario , lo statunitense Nich Itkin già inserito nella nazionale USA, ha prevalso per 15/11.

Le altre due atlete del Club Scherma Jesi in gara, Serena Rossini e Elena Tangherlini, sono incappate in un girone non facile che le ha portate a cedere il passo alle avversarie rispettivamente alla Coreana Shi per 15/11 ed alla francese Lacheray per 15/6 classificandosi al 15° ed al 22° posto.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2018 alle 16:01 sul giornale del 11 aprile 2018 - 349 letture

In questo articolo si parla di sport, Club Scherma Jesi





logoEV