Banca Marche: Bianconi e due imprenditori sotto accusa per corruzione, chiesti fino a 4 anni

12/01/2018 - Nell'ambito del processo per il default di Banca Marche, spuntano le accuse nei confronti dell'ex direttore generale Bianconi e di due imprenditori per corruzione tra privati.

Il processo - stralciato da quello aperto nei confronti di 16 persone avviato nel novembre scorso per il crack dell'istituto di credito marchigiano - ha visto la Procura della Repubblica di Ancona chiedere 4 anni di reclusione per Bianconi, 3 anni per l'imprenditore barese Davide Degennaro e 2 anni e 8 mesi per l'altro imprenditore Vittorio Casale.

I fatti su cui punta il dito l'accusa si sarebbero verificati tra il 2010 e il 2012, quando vennero favorite le società dei due imprenditori coimputati, e Bianconi in cambio intestò ai propri familiari attraverso l'azienda Archimede, un immobile romano ai Parioli. Le difese degli imputati esporranno invece le proprie ragioni nelle prossime udienze fisate per il mese di gennaio.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it




Questo è un articolo pubblicato il 12-01-2018 alle 18:12 sul giornale del 13 gennaio 2018 - 1731 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQDK





logoEV