Volley: la Lube mette la sesta: Ravenna battuta in tre set

Lube - Ravenna 23/11/2017 - La Cucine Lube Civitanova infila la sesta vittoria consecutiva battendo la Bunge Ravenna con un netto 3-0 (25-14, 25-20, 26-24) nel recupero della 2ª giornata di Regular Season della SuperLega UnipolSai, che lo scorso 22 ottobre non si disputò a causa della tragica scomparsa, avvenuta per un malore durante la fase di riscaldamento delle due squadre, di uno spettatore presente all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche.

E in attesa del big match casalingo di domenica prossima con Perugia, che già da 24 ore ha fatto registrare il sold out al botteghino marchigiano, con i tre punti chiusi stasera in cassaforte i campioni d’Italia si godono il momentaneo secondo posto solitario in classifica, pur tenendo conto che gli uomini di Giampaolo Medei vantano una partita in più rispetto a tutte le altre pretendenti.

La partita

Nella sfida contro la formazione romagnoli il tecnico nativo di Treia, cittadina maceratese dove da sempre ha sede il quartier generale della Lube azienda, per l’occasione ha riproposto Sander nel sestetto titolare in diagonale con Juantorena, mantenendo Grebennikov nel ruolo di libero e schierando, di conseguenza, la coppia italiana di centrali composta da Candellaro e Cester. 

E’ stato proprio il martello americano arrivato quest’anno nelle Marche a dare il là alla fuga dei biancorossi nel parziale d’apertura, prima con il muro vincente valso il primo break sul 6-4, poi con il contrattacco del 9-6 cui fa seguito un ace di Sokolov (palla corta che trova impreparata la seconda linea ospite) per il +4. Il resto per la Cucine Lube lo fa un buon servizio (3 battute vincenti, una arriva con la float di Candellaro per il 14-8), ed una batteria di attaccanti che chiuderà il set (sul 25-14) addirittura con l’85% complessivo di efficacia (67% su 6 palloni per Juantorena, 100% per gli altri quattro giocatori). Sulla sponda Bunge l’allenatore Soli prova a scuotere i suoi provando le carte Gutierrez e Raffaeli. Invano. 

Il trend della partita non cambia nel secondo parziale, in cui Ravenna (con Raffeli dall’inizio per Georgiev) mantiene la situazione in perfetto equilibrio fino a quota 8. Poi un attacco out di Buchegger regala il +2 alle Lube (8-6), che ne approfitta per allungare subito sull’11-7, affidandosi al solito Juantorena in fase di contrattacco. Ravenna è viva, lo dimostra salendo di tono al servizio e risalendo fino al 14-13. Ma di più non può, contro una Cucine Lube che tocca tantissimi palloni a muro e quando decide di pigiare sull’acceleratore, specialmente con i suoi uomini di banda, sembra veramente inarrestabile. La squadra di Medei chiude il set con 3 muri vincenti, il 71% di squadra in ricezione e il 72% in attacco (contro pur buon 58% dei romagnoli), con Sander e Juantorena sugli scudi: 100% di efficacia sulle schiacciate sia per l’americano (3 punti) che per l’italo-cubano (5). L’ultimo pallone, quello del 25-20 per i padroni casa, lo mette a terra Candellaro.

La vera riscossa della Bunge Ravenna, quasi a sorpresa visto lo 0-2, arriva nel terzo set, nel quale trascinata da uno stratosferico Vitelli (6 punti, 80% sui primi tempi e 1 muro) e da Buchegger (9 punti col 54% sulle schiacciate), gioca punto a punto contro Juantorena e compagni fino ai vantaggi. Sul 23-24 gli ospiti annullano il primo match point ai campioni d’Italia con un muro vincente che arriva dopo un incredibile recupero da fondo campo del libero Goi. Al secondo tentativo, però, la Lube chiude sul 26-24 con un blocco vincente di Cester.

Juantorena e Buchegger sono i top scorer della sfida con 14 punti, mentre il palleggiatore Micah Christenson, che firma pure 6 punti, viene invece eletto legittimamente Mvp: con la sua regia, la squadra di Medei ha chiuso la partita con un brillante 68% di efficacia in attacco.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 10, Candellaro 6, Sander 12, Marchisio n.e., Juantorena 14, Casadei n.e., Stankovic n.e., Kovar n.e., Grebennikov (L), Christenson 6, Cester 4, Milan n.e., Zhukouski n.e.. All. Medei.

BUNGE RAVENNA: Mazzone n.e., Vitelli 8, Orduna 1, Poglajen 5, Raffeli 4, Pistolesi n.e., Gutierrez 1, Goi (L), Georgiev 4, Diamantini 3, Marchini n.e., Marechal 1, Buchegger 14. All. Soli.

ARBITRI: Santi (PG) – Puecher (PD).

PARZIALI: 25-14 (20’), 25-20 (24’), 26-24 (29’).

NOTE: Spettatori 2560, Incasso 27195 Euro. Lube bs 13, ace 6, muri 8, ricezione 61% (39% prf.), attacco 68%, errori 4. Ravenna bs 19, ace 4, muri 5, ricezione 52% (21% prf.), attacco 53%, errori 5.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2017 alle 10:00 sul giornale del 24 novembre 2017 - 456 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, volley, volley lube

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPcS