Ritardi sulle Sae, Sciapichetti: "Gran parte delle aree senza addetti, è inaccettabile"

Sciapichetti 11/11/2017 - Sono trenta le aree dei comuni in cui Arcale è in ritardo rispetto ai 60 giorni previsti dall'accordo quadro firmato con la protezione civile nazionale per il montaggio delle casette.

Sono poi oltre una decina le aree in cui sono in ritardo di oltre 20 giorni rispetto alla data di consegna. Giorni che raggiungono quota 32 per un'area di Caldarola e 37 per un'altra di Fiastra.

È questo che la Regione Marche sta denunciando da settimane e da agosto chiedendo, durante le video conferenze con la protezione civile nazionale alla presenza di Angelo Borrelli, al consorzio di adeguare la forza lavoro da impegnare sul campo. Ricordo ancora una volta che proprio le imprese marchigiane hanno terminato i lavori di urbanizzazione in 70 aree entro settembre. Ci stupisce che nel segnalare i problemi alle casette Borrelli non abbia detto una parola su questi ritardi, ripetendo invece le stesse parole di Arcale che accusa le ditte marchigiane di ritardi.

Purtroppo ad oggi la gran parte delle aree resta senza addetti causando ritardi che ormai sono inaccettabili. Chiediamo alla protezione civile nazionale di fare quadrato con noi, la priorità è consegnare il più possibile entro la fine dell'anno.


da Angelo Sciapichetti
Assessore regionale




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2017 alle 17:51 sul giornale del 13 novembre 2017 - 537 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, Angelo Sciapichetti