Biancani: "La ciclovia adriatica inserita nella rete nazionale"

Andrea Biancani, Presidente della Commissione regionale Ambiente 09/11/2017 - “La ciclovia adriatica sarà presto realtà. Con la firma del protocollo d’intesa, firmato oggi a Rimini, proposto dalla FIAB, tra tutte le Regioni italiane che si specchiano nell’Adriatico, si è messo un importante tassello che vedrà 190 chilometri di strade marchigiane inserite nella percorso che andrà da Trieste a Santa Maria di Leuca.”

Così Andrea Biancani, Presidente della Commissione regionale Ambiente che, delegato dall’Assessore Anna Casini, ha rappresentato le Marche alla firma del protocollo d’intesa con le Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Abruzzo, Molise e Puglia e la Federazione Italiana amici della bicicletta per un’azione coordinata nei confronti del Governo nazionale, affinché siano stanziati i fondi necessari alla progettazione dell’intera ciclovia e all’inserimento dei tratti, oggi, mancanti nel tratto adriatico. E’ di pochi mesi fa l’inserimento della ciclovia adriatica nella rete nazionale delle ciclovie turistiche che fa parte della rete europea eurovelo.

“Quella di oggi è stata una tappa importante – ha detto Biancani – perché si è deciso di attivare in tempi brevi il coordinamento tra le regioni interessate. Per questo ho proposto Ancona quale sede del primo incontro nel corso del quale sarà individuata la regione che avrà il compito di coordinare tutti i vari soggetti del progetto. Si è trattato di un momento utile per confrontare le buone pratiche e le azioni messe in campo dalle varie regioni.”

Per Biancani è stata anche l’occasione per illustrare i bandi usciti recentemente nelle Marche per la ciclovia adriatica con un finanziamento di 4 milioni di Euro, i prossimi che usciranno per un importo di 2 milioni di Euro e il progetto per realizzare il ponte di collegamento cicloviario tra Marche e Abruzzo con un investimento di 1,3 milioni di Euro. “E’ sempre più importante puntare sulla inter modalità tra la bici e il treno – ha proseguito Biancani – soprattutto in una regione come la nostra dove le bici viaggiano gratis sulle carrozze ferroviarie portando innumerevoli vantaggi ai turisti, ai pendolari e al nostro ambiente.” Tra le varie proposte emerse nel corso dell’incontro riminese la necessità di finanziare, da parte delle Regioni, le bici – stazioni, aree in cui si può prendere la bici in affitto o dove poter parcheggiare la propria.

La giornata ha visto anche un momento celebrativo con la consegna delle Bandiere Gialle ai Comuni ciclabili del 2017. Biancani, con il Presidente della FIAB, Gilietta Pagliaccio, ha premiato i comuni delle Marche: Grottammare, Corinaldo e Pesaro che ha ricevuto il massimo del punteggio con 5 bike smile. Fano aveva ricevuto il riconoscimento lo scorso settembre.

“La diffusione della biciletta – ha concluso Biancani – come mezzo di trasporto ecologico contribuisce a riqualificare la vita di un territorio, ad incentivare la pratica dell’escursionismo in bici e con esso la conoscenza di una regione ai fini turistici. Elementi questi su cui la Regione Marche ha investito e proseguirà ad investire certa dei risultati che si potranno raggiungere in termini di benessere ambientale, sociale ed economico.”


da Andrea Biancani
Presidente Commissione Ambiente Regione Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2017 alle 12:01 sul giornale del 10 novembre 2017 - 745 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, presidente, andrea biancani, commissione regionale ambiente, Commissione Ambiente della Regione Marche, Commissione regionale Sport