Volley: che Lube a Modena, PalaPanini espugnato 3-1

05/11/2017 - Una super Cucine Lube Civitanova ammutolisce i 5 mila spettatori del Pala Panini di Modena imponendosi per 3-1 al cospetto dell’Azimut di Radostin Stoytchev nella 6ª di andata della Regular Season di SuperLega Unipolsai Stoychev (21-25, 25-19, 25-23, 25-21) con una grandissima prestazione mista di tecnica, muscoli e carattere.

I biancorossi, protagonisti di una incredibile rimonta nel quarto parziale (dal 15-19 al 25-21 finale, con un parziale di 8-0 firmato a muro), grazie ai tre punti incassati mantengono il contatto con il treno di testa, ricordando oltretutto che devono recuperare anche la partita della 3ª giornata ancora da con Ravenna (si giocherà il 22 novembre).

La partita

Il tecnico dei marchigiani Giampaolo Medei conferma il sestetto che mercoledì sera ha sconfitto Trento con punteggio netto, sacrificando dunque nuovamente Stankovic per schierare l’americano Sander nella diagonale di posto 4 con Juantorena, con gli italiani Cester e Candellaro centrali.

Nel parziale d’apertura i biancorossi vanificano il buon gap guadagnato in avvio (9-5) accusando qualche problema di troppo in ricezione (39%), con Sander (6 punti con l’86% in attacco) che risulta il bersaglio preferito dei modenesi dalla linea dei nove metri. Modena firma ben 4 ace e pareggia a quota 13, quindi conquista un break di vantaggio con il solito Ngapeth (17-15, ben 7 punti per il francese) e pigia poi sull’acceleratore con Sabbi (21-18). La Lube? Prova a farsi sentire con un contrattacco di Sokolov che la riporta a -1 (20-21), ma nel finale si schianta contro i muri di Urnaut (sullo stesso Sokolov) e Bruno (su Juantorena), che consegnano ai padroni di casa la vittoria del set (25-21).

Tutta un’altra Lube, invece, quella del secondo periodo. Che prese le misure in seconda linea sale di tono al servizio, registra un cambio palla piuttosto regolare, ma soprattutto mette in vetrina grandi dosi di concretezza nel muro-difesa. E’ proprio un blocco vincente di Candellaro su Ngapeth a spostare in maniera concreta l’equilibrio dalla parte dei marchigiani (15-12), che allungano subito sul 18-14 con un ace di Sander ed un muro di Cester su Sabbi (4 i muri vincenti della Lube), per poi sfoderare un Juantorena devastante nel rush conclusivo quando Modena, che schiaccia con un misero 32% di efficacia contro il 44% degli avversari, prova invano le carte Mazzone e Swan Ngapeth ed è costretta a deporre definitivamente le armi (25-19). L’italo-cubano della Cucine Lube Civitanova, che sarà eletto Mvp della sfida, chiude il parziale con 8 punti e il 67% di positive sulle schiacciate, e sarà gran protagonista in attacco anche nel set successivo (Modena lascia Mazzone nel sestetto), che vede le squadre camminare perfettamente a braccetto fino a quota 20. Vale a dire, fino al muro di Christenson su Holt, con la palla che viene “battezzata” male da Ngapeth e cade inesorabilmente sulla riga nel campo di Modena. Lube avanti 22-20, campioni d’Italia che poi tengono il cambio palla con un Sander in netta crescita (4 punti, splendida la pipe del 24-22), e chiudono 25-23 con Sokolov che attacca a tutto braccio sulle mani alte del muro emiliano.

Equilibratissimo anche il quarto parziale, in cui ad un certo punto è Modena a dare la sensazione di prendere definitivamente in mano la situazione. Prima il muro di Urnaut su Sokolov, che segna il break sul 15-13, e poi due ace di fila di Holt spingono infatti l’Azimut sul 19-15, quindi ad un passo dal tie break. Ma spalle al muro la squadra di Medei reagisce sfoderando una grandissima rimonta con Cester sulla linea dei nove metri. I campioni d’Italia piazzano un incredibile parziale di 8-0 nel quale figurano ben 4 muri vincenti di Candellaro, un ace, un errore di Mazzone, ed infine un gran contrattacco di Sander che fissa il 23-19 in favore della Cucine Lube. Che alla seconda palla match, chiude con un attacco vincente di Sokolov.

Osmany Juantorena, autore di 17 punti (60% in attacco, 2 muri, 53% in ricezione su 32 palloni) è l’Mvp della sfida, mentre il top scorer è Tsvetan sokolov con 19 palloni messi a terra, seguito da Sander a quota 18.

Per Modena si tratta della seconda sconfitta stagionale rimediata al cospetto della Cucine Lube Civitanova, dopo quella riguardante la semifinale della Del Monte Supercoppa andata in scena ad inizio ottobre.

Il tabellino

AZIMUT MODENA: Bruninho, Franciskovic n.e., Van Garderen, Tosi (l) n.e., Rossini (l), Ngapeth S., Ngapeth E. 19, Sabbi 17, Bossi 1, Holt 12, Marra n.e., Pinali n.e., Urnaut 9, Mazzone 3. All. Stoytchev.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 19, Candellaro 8, Sander 18, Marchisio n.e., Juantorena 17, Casadei n.e., Stankovic n.e., Kovar, Grebennikov, Christenson 1, Milan n.e., Zhukouski n.e. All. Medei.

ARBITRI: Tanasi (Sr); Gnani (Fe).

PARZIALI: 25-21 (28’); 19-25 (29’); 23-25 (30’); 21-25 (28’).

NOTE: 5006 spettatori, incasso: 73.461,00 Euro. Modena: 15 battute sbagliate, 8 aces, 10 muri vincenti, 40% in ricezione (14% perfette), 44% in attacco. Lube: 19 b.s., 5 aces, 13 m.v., 45% in attacco (19% perfette), 51%. Mvp Juantorena.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2017 alle 22:53 sul giornale del 06 novembre 2017 - 347 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, volley, volley lube

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOEb