Ubi Banca: concluse le migrazioni di ex Banca Marche e Carilo

24/10/2017 - UBI Banca comunica che, nell’ambito del progetto di integrazione delle Banche acquisite nel mese di maggio 2017, sono avvenute con successo le migrazioni di Banca Adriatica (ex Nuova Banca delle Marche) e della sua controllata Carilo (Cassa di Risparmio di Loreto) sul sistema informativo di UBI Banca.

Le migrazioni hanno riguardato un totale di 285 filiali e punti operativi, 2.673.213 anagrafiche di clientela, 579.224 conti correnti, 137.257 depositi titoli e hanno coinvolto circa 2.600 dipendenti nella fase preparatoria e post migrazione. E’ stata garantita, sin dal primo giorno di attività, la piena operatività di tutte le filiali migrate, senza alcun disagio di rilievo per la clientela.

Il successo delle migrazioni attesta ancora una volta la capacità di integrazione organizzativa e informatica del Gruppo UBI Banca, che consentirà inoltre di procedere entro fine novembre 2017 alle migrazioni di Banca Tirrenica (ex Nuova Banca dell’Etruria e del Lazio) e della sua controllata Banca Federico del Vecchio (complessivamente 165 filiali) sul sistema IT di UBI Banca, mentre la migrazione di Banca Teatina (ex Carichieti – 58 filiali) è programmata entro il mese di febbraio 2018.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-10-2017 alle 19:49 sul giornale del 25 ottobre 2017 - 810 letture

In questo articolo si parla di economia, banche, UBI Banca Popolare di Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOiw





logoEV