Senigallia: identificato e denunciato l'autore del furto all'ex Gil, si tratta di un sardo pregiudicato

14/10/2017 - Dopo poche ore dalla commissione del furto all’ interno degli uffici comunali di via Leopardi, gli uomini del Commissariato di Senigallia, che avevano avviato immediatamente le attività di indagine, sono riusciti a risalire all’ autore del furto.

Infatti, acquisite le immagini di alcune sistemi di videosorveglianza della zona, comparate con quelle di sicurezza degli uffici comunali, si è verificato la presenza in zona di un noto pregiudicato di origini sarde da qualche tempo presente sul territorio di Senigallia ed il passaggio in un punto prossimo ad un ingresso sul retro degli uffici comunali. L’uomo è stato dunque, raggiunto presso il luogo dove attualmente è domiciliato e messo alle strette, di fronte all’evidenza delle prove raccolte, ha confessato la propria responsabilità.

Considerato che nel corso degli interventi effettuati dal personale del Commissariato nella mattinata di venerdì per i furti verificatisi durante al notte e che avevano interessato anche un negozio di dolciumi, un altro di frutta e verdura ed una vicino fioraio, sono stati notati elementi riconducibili ad uno stesso soggetto, e non potendo escludere che l’autore del furto presso gli uffici comunali sia lo steso responsabile degli altri furti , proseguiranno le attività di indagine da parte della Polizia.

Anche alla luce del positivo esito che ha condotto all’individuazione del responsabile del furto commesso presso gli uffici comunali, in un contesto di sicurezza partecipata, il Commissariato di Polizia sottolinea "l’importanza che assume oggi, in un’ottica di maggior efficacia sia sotto il profilo della prevenzione ma anche di quello della repressione dei reati, l’utilizzo dei sistemi di videosorveglianza che, adeguatamente collocati, sia presso gli esercizi privati ma anche nei luoghi pubblici, consentono agli organi investigativi di raccogliere una serie di informazioni che, associate ad altri elementi di indagine, fanno sì che sia possibile risalire, con maggior probabilità, ai responsabili di fatti reato o, comunque, di episodi che mettono in pericolo l’incolumità pubblica".





Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2017 alle 15:29 sul giornale del 16 ottobre 2017 - 2054 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNYs