M5S: 'l'area del ponte dissequestrata già da giugno. Società autostrade senza scuse'

09/10/2017 - Alla manifestazione di Osimo Stazione organizzata dal M5S per la ricostruzione del ponte n. 167 sulla A14, ha prontamente risposto la Procura della Repubblica di Ancona con una notizia clamorosa: contrariamente a quanto tutti pensavano l'area in cui è crollato il ponte è stata dissequestrata dalla Procura già dal giugno 2017!

La notizia ha dell'incredibile perché nessuna istituzione locale, compreso il Comune di Osimo e quello di Castelfidardo erano a conoscenza di questa situazione. Ringraziamo la Procura della Repubblica di Ancona perché, nonostante i tagli al personale che ha subito come tutte le Procure italiane, ha lavorato con rapidità ed efficienza, svolgendo il proprio lavoro in appena tre mesi, (il crollo è avvenuto a marzo, e a giugno l'area era già stata dissequestrata).

La ringraziamo doppiamente perché ha risposto rapidissimamente anche alle istanze della manifestazione del 7 ottobre 2017 ad Osimo Stazione, rispondendo già il giorno dopo, e cioè il giorno 8 ottobre con una nota diffusa dal TG regionale delle Marche.

A questo punto diventa intollerabile il comportamento di Società Autostrade che per 5 mesi non ha fatto sapere niente ai cittadini di Osimo, Castelfidardo e Camerano, né alle istituzioni che li rappresentano e cioè i Sindaci. Pretendiamo risposte chiare ed immediate da società Autostrade e anche dalle altre istituzioni che ancora oggi sono chiuse in un assordante silenzio.

Esigiamo di sapere con quale razza di giustificazione la società Autostrade cercherà di sdoganare questo suo colpevole silenzio. Esigiamo inoltre che sia subito stilato un crono programma con i tempi certi entro i quali il ponte n. 167 sulla A14 verrà ricostruito, invitando ad iniziare senza indugio la procedura di appalto dei lavori.

I diritti dei cittadini devono essere rispettati e tenuti nella più alta considerazione, non essere buttati dentro il dimenticatoio, perché fa comodo a qualcuno prendere tempo e ritardare la ricostruzione del ponte. I cittadini non possono essere presi in giro in questo modo!

I cittadini sono scesi in piazza ad Osimo Stazione per far sentire la propria voce. La Procura della Repubblica li ha ascoltati e ha prontamente risposto. Ora rispondano immediatamente la Società Autostrade e le altre istituzioni!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2017 alle 09:45 sul giornale del 10 ottobre 2017 - 629 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, manifestazione, procura, ponte crollato, Movimento 5 Stelle, Movimento 5 Stelle Osimo





logoEV