Ancona: Urbisaglia chiede scusa, ma non si dimette. È bagarre in aula

24/07/2017 - Dopo il caso Urbisaglia lunedì scoppia la bagarre in aula di consiglio. Lui chiede scusa, ma non si dimette. È protesta

Dopo il caso Urbisaglia lunedì mattina a Palazzo degli anziani scoppia la bagarre in aula di consiglio. La protesta dei centri sociali fa irruzione con tanti di striscioni eloquenti con la scritta "Urbisaglia vattene", senza autorizzazione, in aula dove sono volate nei confronti dell'ex consigliere dem parole forti.

Presente anche lo stesso consigliere Diego Urbisaglia che chiede scusa anche se non si dimette dal consiglio comunale di Ancona dopo la frase shock sulla morte di Carlo Giuliani. Ma passa però, dopo l'espulsione della commissione di garanzia comunale di partito, al gruppo misto. Ed ora le proposte al consigliere arrivano anche dalla una parte della destra che invece ha apprezzato le parole del'ex consigliere piddino.





Questo è un articolo pubblicato il 24-07-2017 alle 14:18 sul giornale del 25 luglio 2017 - 1012 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLxA