Ancona: Il post del consigliere Urbisaglia su morte Carlo Giuliani fa infuriare

21/07/2017 - Il post consigliere Urbisaglia su morte Carlo Giuliani fa infuriare "Sparare e prendere bene la mira" e lui ricorre alle scuse.

Gaffe sul noto social del consigliere consigliere comunale Pd di Ancona Diego Urbisaglia: "Sparare e prendere bene la mira". Ma il popolo di Facebook non perdona e s'infuria e replica al commento di cattivo gusto: "Se lì dentro ci fosse mio figlio... Carlo Giuliani non mi mancherai". Deferito alla commissione di garanzia del Pd.

Lui chiede scusa perle "parole troppo forti" ma ribadisce:"Se in quella camionetta ci fosse stato mio figlio, gli avrei detto di prendere bene la mira e sparare".

IL post shock su Facebook che cade proprio nell'anniversario della morte di Carlo Giuliani, il giovane morto a Genova 16 anni fa durante il G8, firmato da un consigliere comunale.

Poi il post di scuse, la retromarcia, ma è tardi. Ora il consigliere sarà deferito alla commissione di garanzia e il coordinatore della segreteria dei democratici Lorenzo Guerini ha "chiesto alla commissione competente di assumere senza indugi i provvedimenti sanzionatori previsti dal nostro statuto". Oltre alle parole dure dei genitori di Giuliani, le critiche ancor più dure vengono dal suo partito e non solo.

I commenti del suo partito infatti non si fanno attendere. "Certe dichiarazioni sono incompatibili con il ruolo di rappresentante delle istituzioni e l'adesione ad una forza democratica e di sinistra". Così Francesco Comi, Segretario Pd Marche. Mentre l'On. Lodolini "Conosco Diego Urbisaglia. È un bravo ragazzo. Ha sbagliato. Ha detto una cosa grave ed è ancor più grave che l'abbia detta essendo non un privato cittadino ma un consigliere comunale, quindi rappresentante delle istituzioni. Ha chiesto scusa. Detesto i processi sommari e mediatici. Sarà giudicato dalla Commissione di garanzia PD. Abbiamo delle regole nelle quali crediamo e che valgono per tutti."

Il post integrale. ESTATE 2001...ho portato le pizze tutta l'estate per aiutare i miei a pagarmi l'università e per una vacanza che avrei fatto a Settembre...guardavo quelle immagini e dentro di me tra Carlo Giuliani con un estintore in mano e un mio coetaneo in servizio di leva parteggiavo per quest'ultimo...OGGI NEL 2017 che sono padre, se ci fosse mio figlio dentro quella campagnola gli griderei di sparare e di prendere bene la mira...si sono cattivo e senza cuore...ma li c'era in ballo o la vita di uno o la vita dell'altro...estintore contro pistola...non mi mancherai Carlo Giuliani.





Questo è un articolo pubblicato il 21-07-2017 alle 19:56 sul giornale del 22 luglio 2017 - 740 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLt2