Rendiconto del Consiglio Regionale: avanzo di 1 milione e 180 mila euro

neo Consiglio Regionale 27/06/2017 - “E' un rendiconto che conferma l'impegno che ci siamo assunti e consolida, migliorandoli, i buoni risultati ottenuti già lo scorso anno in termini di risparmio e contenimento della spesa. Siamo molto soddisfatti perché razionalizzazione e sobrietà erano due obiettivi che ci eravamo posti all’inizio della legislatura e che stiamo perseguendo con determinazione”.

Questo il commento del presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, in occasione della discussione in Aula del rendiconto dell'Assemblea legislativa per l'esercizio 2016. Ad illustrane la relazione è stato invece il vice presidente Renato Claudio Minardi, anche lui soddisfatto per il lavoro svolto. “Rigore e sobrietà – ha detto – sono state le parole d’ordine con cui abbiamo voluto caratterizzarci da inizio legislatura. Abbiamo fatto un importante lavoro di razionalizzazione al fine del contenimento della spesa ed è stata posta molta attenzione nella gestione delle risorse, perché ogni euro speso appartiene ai cittadini marchigiani e per questo va speso con la massima attenzione”. Facendo un raffronto con il bilancio dello scorso anno, pari a 13 milioni e 843 mila euro, ne deriva un avanzo di amministrazione di 1 milione e 180 mila euro.

“Ciò significa – ha proseguito Minardi – che le economie generate dal Consiglio sono di fatto risorse che vengono restituite al bilancio generale della Regione e redistribuite in servizi ai marchigiani”. Minardi ha specificato che il bilancio dell'Assemblea “risente degli effetti delle manovre economiche nazionali che hanno introdotto misure di contenimento della spesa per la pubblica amministrazione ed è conforme ai limiti di spesa stabiliti dalla normativa statale”. La normativa a cui si fa riferimento è il decreto legge 78/2010, “rispetto al quale – ha specificato Minardi – abbiamo avuto un contenimento della spesa maggiore (pari al 32,88%) di quanto indicato dagli stessi obiettivi statali”. Entrando ancora di più nel dettaglio, rispetto al bilancio 2015, si è registrata una riduzione della spesa di 1.961.443,08 euro, pari al 18,03% in meno. “Dato estremamente positivo – ha dichiarato Minardi – e lo è ancora di più tenuto conto che questa attività di contenimento della spesa è un percorso virtuoso che continua”.

Tra le voci più importanti di riduzione della spesa, il taglio dei fondi ai gruppi consiliari, come voluto dallo stesso Consiglio attraverso la legge regionale 9/2016, le spese per la comunicazione, i convegni, la pubblicità istituzionale, le spese di rappresentanza, quelle telefoniche e postali. E' stato anche approvato un ordine del giorno a firma dei consiglieri Busilacchi, Pd, Marconi Udc, Rapa, Uniti per le Marche per destinare una parte delle risorse risparmiate per la copertura degli interventi regionali a favore delle politiche a sostegno delle famiglie indigenti.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2017 alle 18:38 sul giornale del 28 giugno 2017 - 468 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, Assemblea legislativa delle Marche, consiglio regionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKIw