Macerata: Musicultura, Teresa De Sio omaggia Pino Daniele

23/06/2017 - Con un omaggio a Pino Daniele Teresa De Sio ha aperto la 28° edizione del Festival Musicultura nella sua serata inaugurale condotta da Fabrizio Frizzi .

“ E’ sempre una gioia venire a Musicultura– ha detto Teresa De Sio – in questo ambiente così avvolgente e creativo. Il progetto di ricantare le canzoni di Pino Daniele è nato insieme alla sua scomparsa: l’idea era quella di mantenere intatto Pino, nelle parole e nelle melodie del suo mondo legato al blues, rivisitate con il mio stile folk e rock. L’ultimo ricordo che ho di lui è quel sorriso felice con cui mi chiamava sul palco del PalaPartenope di Napoli quando cantavamo insieme le nostre canzoni: è così che ricordo “Pinotto”». Con un medley di O Scarrafone, Chi tene ‘o mare e una bellissima versione di Je so’ pazza accompagnata dalla fisarmonica, la De Sio ha incantato il pubblico del Festival con una fusione di melodie folk e blues in un nuovo linguaggio tutto “made in Napoli”. Attesissimo sul Palcoscenico dello Sferisterio Ermal Meta reduce dal trionfo di Sanremo dove si è aggiudicato il terzo posto e il premio della Critica Mia Martini e il premio per la migliore cover, una versione struggente di “Amara terra mia”. Con i suoi ritratti di vita densi di emozioni ha accarezzato i cuori dei presenti proponendo Vietato morire e A parte te.

“ Il successo non mi ha cambiato la vita, l’amore cambia la vita – ha detto Ermal Meta ma andare in giro a fare concerti non può che rendermi più felice, modifica le mie giornate.”. Simona Molinari con la partecipazione di Mauro Ottolini al trombone ha infuocato la platea con un omaggio a Ella Fitzgerald, “ Loving Ella”, a cento anni dalla nascita di una delle voci jazz più grandi della storia della musica. “È un viaggio narrativo che faccio insieme al pubblico, raccontando anche aneddoti spesso sconosciuti della vita di Ella. – ha detto Simona Molinari e rivolgendosi ai vincitori di Musicultura ha aggiunto “Credo che spesso si confonda la popolarità con la musica: ai giovani cantautori posso dire di usare la popolarità raggiunta per fare questo mestiere tutta vita, e non di fare questo mestiere per diventare popolare”.

Gli 8 vincitori in concorso si sono esibiti sul palcoscenico del Festival alla ricerca dei consensi del pubblico presente per il passaggio alla finalissima di domenica 25 giugno che andrà in onda in diretta su RAI 1 e Radio 1 in prima serata. I primi quattro finalisti piu’ votati dal pubblico della serata inaugurale sono stati Mirkoeilcane, Francesco Papageorgiou, Francesca Sarasso e Alessandro Sipolo. Consegnati i primi riconoscimenti del Festival Musicultura: il Premio UniMarche per il miglior testo assegnato dall’Università di Macerata e dall’Università di Camerino è andato a Bob Messini con Statistica, il Premio per la migliore interpretazione a Lucio Corsi con Altalena boy. A chiudere la serata i ritmi travolgenti dei Barcelona Gipsy BalKan Orchestra, una delle realtà musicali più innovative del panorama europeo, sette musicisti di sette nazioni diverse, nuovi interpreti della musica tradizionale dei Balcani, dei gitani e degli ebrei dell’ est Europa; una ricerca musicale che ha dato vita ad una performance coinvolgente ed originale, un viaggio tra le sonorità latino americane e le canzoni tradizionali catalane, italiane, greche,russe e del medio oriente, fino ad arrivare al jazz e al flamenco, con un unico filo conduttore: un messaggio di unione tra i popoli e le culture europee.

Questa sera sul bollente Palcoscenico del Festival attesissima Giorgia, Daniele Sepe con Capitan Capitone e i Fratelli della Costa, La Rappresentante di Lista e Fausta Truffa con il Coro dell’Università di Macerata Orari, ospiti e tutte le informazioni su www.musicultura.it e a portata della nuova app gratuita MUSICULTURA disponibile su Apple Store e GooglePlay. Questa sera sarà possibile seguire lo spettacolo in diretta streaming sul canale you tube di Musicultura Gli otto vincitori finalisti della 28° edizione del Festival di Musicultura sono: Lucio Corsi con Altalena Boy, Nico Gulino con La musica non passa, Lovain con la sua 1,2,3, Bob Messini con Statistica, Mirkoeilcane con Per fortuna, Francesco Papageorgiou con Amo la vita da farmi male, Francesca Sarasso con Non c’incontriamo mai e Alessandro Sipolo con Cresceremo anche noi.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2017 alle 17:11 sul giornale del 24 giugno 2017 - 664 letture

In questo articolo si parla di macerata, spettacoli, musicultura, musicultura festival

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKCx