Numana: aggressioni e minacce alla convivente. Nei guai 30enne osimano

stalking 23/06/2017 - Aggressioni e minacce reiterate alla convivente. A finire nei guai grazie ai Carabinieri un 30enne osimano. La donna, impaurita, non ha osato sporgere denuncia

Nel pomeriggio di mercoledì, a conclusione d’indagini, i Carabinieri del luogo deferivano in Stato di Libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per maltrattamenti in famiglia un pluripregiudicato nato in Spagna ma residente a Osimo anche se di fatto domiciliato a Sirolo.

Il giovane, classe 1987, dal 19 maggio scorso reiteratamente aggrediva e minacciava la propria convivente procurandole ecchimosi ed escoriazioni sul varie parti del corpo: collo, spalle e braccia. La donna di soli 20 anni, intimidita dall’uomo, a seguito di un violento litigio ha preferito non presentarsi in ospedale e nonostante fosse assistita dai carabinieri, ha preferito non presentare querela rifiutando qualsiasi cura medica, ma riferendo di continui soprusi ed episodi di violenza commessi a sue spese dal convivente.

Pertanto le ecchimosi e le escoriazioni venivano fotografate e trasmesse con fascicolo fotografico alla Procura di Ancona, come atto allegato all’Informativa di reato. Non escludendo più gravi conseguenze a carico della donna e a tutela della sua incolumità. Sul conto dell’uomo scattava la richiesta di allontanamento dal domicilio di Sirolo. 





Questo è un articolo pubblicato il 23-06-2017 alle 00:57 sul giornale del 23 giugno 2017 - 609 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, numana, vivere ancona, stalking, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKA8