Jesi: addetti pulizie in comune, Filcams Cgil annuncia tre giorni di sciopero

sciopero 20/06/2017 - Tre giorni di sciopero, dal 12 al 14 luglio, per i lavoratori dell’appalto pulizie del comune di Jesi. Si tratta dei dipendenti della Cm service che, ancora una volta, incrociano le braccia per il pesante taglio dell’orario di lavoro.

Per l’occasione, si terrà anche un sit-in e iniziative pubbliche. La tre giorni di sciopero è stata proclamata dalla Filcams Cgil: le promesse della Cm service di restituire almeno una parte delle ore ai lavoratori a giugno si sono, di fatto, rivelate infondate. <E’ stato solo un modo per guadagnare tempo e soldi ai danni degli operai>, fa sapere Rita Giacconi, segretaria provinciale Filcams Cgil. Operai che vivono condizioni di difficoltà economiche e, nonostante questo, continuano a presentarsi al lavoro anche per un’ora al giorno. <Gli operai – spiega Giacconi -, dal 1° aprile si trovano con stipendi ridotti di più del 60% in seguito al cambio di appalto senza regole dove è stato permesso alla società aggiudicataria d’ interpretare tale capitolato a discapito dei lavoratori. In pratica, pur essendo aumentate le metrature da pulire, sono state dimezzate le ore in cui i lavoratori devono pulire i locali del Comune. Siamo ancora in attesa che l’amministrazione di Jesi convochi tutte le parti interessate per risolvere questa situazione>.

Qualora non ci fossero risposte adeguate, il sindacato è pronto a ulteriori iniziative.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2017 alle 16:34 sul giornale del 21 giugno 2017 - 514 letture

In questo articolo si parla di attualità, sciopero, filcams cgil, pulizie, cm service

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKvI