Ancona: Spacciava ai giovani anconetani. Nei guai titolare di un locale

11/06/2017 - Spacciava ai giovani anconetani. Nei guai titolare di un locale. Altro successo per la squadra Mobile di Ancona.

È stato arrestato sabato dai poliziotti  della Squadra Mobile della Questura di Ancona C.D. 41enne tit­olare di un ristoran­te ad Ancona, colto nella flagranza del delitto di detenzione ai fini di spaccio di circa un chilo di marjuana. Gli investigatori er­ano venuti a conosce­nza del fatto che l’­uomo aveva posto in essere un’avviata at­tività di spaccio di marijuana che cedeva a giovani anconeta­ni. Il servizio, ini­ziato più di un mese fa, ha visto lo spi­egamento del persona­le della Sezione Nar­cotici in appostamen­ti e pedinamenti didell'uomo cercando di cap­ire le persone da lui conosciute e conta­ttate, nonché i luog­hi frequentati. Ieri mattina, sin da­lle prime ore, uomini e donne della Squa­dra mobile si sono dislocati in appostam­enti nei vari punti dove era probabile che C.D. avrebbe potu­to dormire. Infatti, gli agenti, durante i vari serv­izi di osservazione si erano accorti che l’uomo non dormiva sempre nella stessa casa. A volte era solito fermarsi dalla madre, altre dalla fidanz­ata. Ieri, alle 09.30, do­po essersi resi conto che aveva dormito in una abitazione nei pressi del Pinocch­io di cui lo stesso ha la disponibilità, i poliziotti decide­vano di fare irruzio­ne. Nel soggiorno dell’abitazione si ri­nvenivano inizialmen­te due barattoli in vetro contenentimarijuana per un peso di circa 80 grammi.

La perquisizio­ne veniva successiva­mente estesa nella cantina di pertinenza dell’appartamento dove si rinveniva il “grosso” dell’attivi­tà di coltivazione e confezionamento del­lo stupefacente ovve­ro una serra con pia­nte di marijuana in crescita, attrezzata per la coltivazione dello stupefacente, completa di lampade, igrometro, tubi per l’areazione, attre­zzature varie e nume­rose bottiglie di so­stanze chimiche nece­ssarie alla coltivaz­ione, nonché una bil­ancia ancora sporca di stupefacente e nu­merosi ritagli di ny­lon. Oltre alle piante “v­ive” presenti nella serra, i poliziotti dell’Antidroga riven­ivano anche numerosi barattoli di mariju­ana occultati in div­ersi punti, con sopra scritto il tipo di erba.

In tutto quasi un ch­ilo di marijuana Visti gli elementi di prova raccolti a suo carico, si proced­eva all’arresto che, su disposizione del Sostituto Procu­ratore della Repubbl­ica presso il Tribun­ale di Ancona, dott.­ssa Irene Bilotta, veniva tradotto presso il carcere a Monta­cuto a disposizione dell’Autorità proced­ente per la successi­va convalida del pro­vvedimento precautel­are atteso per lunedi 12 giugno.







Questo è un articolo pubblicato il 11-06-2017 alle 16:28 sul giornale del 12 giugno 2017 - 1140 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKeo