Due osimani truffati sul web per merce comprata e mai ricevuta. Individuati e denunciati i responsabili

03/05/2017 - Nella giornata di mercoledì, gli Agenti della Polizia di Osimo hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Ancona due individui pregiudicati, residenti nelle province di Isernia e Treviso ritenuti responsabili di frode informatica.

Le indagini sono scattate a seguito di una denuncia presentata da un osimano che lamentava di aver pagato 300 euro una console della playstation di ultima generazione d aun sito web che avrebbe regalato per il compleanno del figlio senza però riceverla.

A seguito delle indagini gli agenti dell’ufficio anticrimine hanno scoperto l’autore della truffa, A.G., queste le sue iniziali, 47enne, disoccupato, già pregiudicato per aver messo a segno analoghe truffe in varie province italiane, è stato identificato dagli investigatori che seguendo il tracciamento dei contatti Web sono riusciti ad identificare il suo pc portatile utilizzato per compiere le truffe.

Seguendo invece la traccia del danaro terminato su conti on line con passaggi in varie carte prepagate, gli Agenti del Commissariato di Osimo sono riusciti ad individuare anche un secondo truffatore M.S., queste le sue iniziali, 39enne, che dalla provincia di Treviso, ha ricevuto 350 euro inviati da una studentessa universitaria osimana per l’acquisto di un telefono cellulare Iphone 6 che aveva scelto sul sito web subito.it. mai inviato.

Sono in corso ulteriori indagini per individuare gli autori di numerose frodi informatiche, cresciute negli ultimi tempi, le cui denunce sono state presentate presso il Commissariato di Osimo.





Questo è un articolo pubblicato il 03-05-2017 alle 16:57 sul giornale del 04 maggio 2017 - 454 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, articolo