Urbino: Furto al supermercato Conad di via Sasso, la polizia individua i responsabili

conad urbino 28/04/2017 - Gli agenti del Commissariato di Urbino hanno denunciato in stato di libertà i responsabili di un furto, consumato presso il supermercato Conad di Urbino il 15 aprile scorso.

Il fatto risale alla mattinata del 15 aprile scorso, quando due uomini e una donna, in momenti differenti, facevano ingresso nel suddetto esercizio commerciale.

Due dei tre, in particolare la donna e uno dei due uomini, si misero in coda alle casse contemporaneamente, in due diverse corsie, con dei prodotti, tenendo impegnati i cassieri e di fatto occludendogli la vista. Contestualmente il terzo soggetto imboccava velocemente la corsia ubicata al  centro tra le due occupate dai complici, avvicinandosi alla cassa corrispondente, in quel momento chiusa e non presidiata, che ha aperto prelevando il denaro contenuto, senza che nessuno lo notasse. L'uomo in seguito era uscito indisturbato dal negozio senza che nessuno dei dipendenti si accorgesse dell’accaduto, tant’è che solo a fine giornata, durante il riscontro degli incassi, il titolare ha potuto rilevare l’ammanco di 770 euro.

Le indagini condotte dai poliziotti del Commissariato di Fano, in seguito alla denuncia presentata dal titolare del negozio, si sono focalizzate sulla visione delle immagini dell’impianto di videosorveglianza e sull’esame di fatti simili avvenuti in altre città del circondario. Tale attività ha consentito di individuare gli autori nelle stesse persone che, sempre il 15 aprile, poco dopo il colpo consumato presso il Conad urbinate, con le stesse modalità avevano perpetrato un furto in un supermercato di Mondolfo.

Conseguentemente a ciò i tre sospettati, due giovani reggiani di venti anni e una modenese di quaranta, tutti già noti alle Forze dell’Ordine, sono stati denunciati in stato di libertà per furto aggravato.

Nell’occasione è da segnalare anche il gesto di grande onestà di una donna urbinate che recentemente ha consegnato agli agenti una discreta somma di denaro trovata a terra. Non essendo stato possibile ancora risalire all’identità del proprietario del denaro, si invita la persona che lo ha smarrito a recarsi al Commissariato, ovviamente fornendo precisi riscontri circa l’entità della somma ed i tempi ed i modi in cui lo smarrimento stesso sia avvenuto. 





Questo è un articolo pubblicato il 28-04-2017 alle 20:39 sul giornale del 29 aprile 2017 - 693 letture

In questo articolo si parla di cronaca, urbino, furto, furto aggravato, articolo, antonio mancino, conad urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aISV





logoEV