Filottrano: dalla festa a “casa Lardini” al riconoscimento della Regione Marche

Lardini Filottrano, festa 21/04/2017 - E’ il tempo dei festeggiamenti e dei riconoscimenti. La Lardini si è ritrovata ieri a Filottrano per brindare a “casa Lardini” allo storico traguardo della serie A1, una promozione nel massimo palcoscenico pallavolistico da festeggiare in… famiglia, per dirla con le parole di Lorena Lardini, in una serata di sorrisi, cori, applausi e la giustificata emozione che porta con sé una grande impresa.

Venerdì mattina, poi, la Lardini Filottrano al completo è stata ricevuta dal governatore della Regione Marche, Luca Ceriscioli, un modo per dire “grazie alle atlete, ai tecnici, alla società, allo sponsor, all’amministrazione comunale di Filottrano. Crediamo tanto nello sport e continueremo a farlo. La massima serie significa diventare rappresentanti della nostra regione, conquistarla per la prima volta credo sia per tutti un motivo di vanto”. E di orgoglio. “Quest’anno avete fatto cose straordinarie – ha proseguito Ceriscioli rivolto alla squadra – e il premio più grande è che possiate essere orgogliosi di ciò che avete realizzato”.

Sul tavolo dei relatori della sala Raffaello di palazzo Raffaello in bella vista anche la Coppa Italia di A2, altra soddisfazione nella fantastica cavalcata della Lardini. “Eravamo in questa sala prima della finale di Coppa Italia – ha ricordato Fabio Sturani – questo appuntamento vuol essere oggi il riconoscimento per aver riportato la nostra regione ai massimi livelli. E speriamo che non sia finita qui”, pensando alla partecipazione ai playoff promozione della myCicero Pesaro.

Il presidente Ceriscioli ha donato al presidente onorario filottranese Giovanni Morresi una targa di ringraziamento, ricevendo dal capitano della Lardini, Chiara Negrini, la maglia ufficiale con tutte le firme di squadra e staff tecnico. “Come società – ha detto Morresi nel suo intervento – ci siamo dati tre obiettivi: provare a rappresentare non solo Filottrano, ma tutto il territorio, essere ancor più un elemento di coesione sociale, affrontare il massimo livello senza disperdere i valori di base che ci hanno accompagnato in oltre 40 anni di attività”.

Nelle parole del sindaco di Filottrano, Lauretta Giulioni, il plauso alle atlete: “Avete dimostrato la stoffa delle campionesse, avete saputo osare, lavorare, soffrire e rialzarvi dopo le sconfitte, meritando di arrivare al traguardo. Questo è il momento della gioia, convinta che il bello inizi ora perché i sogni vanno coltivati per essere raggiunti”.

Nella voce di Lorena Lardini, presente in Regione con i fratelli Andrea e Luigi, “l’emozione per un sentimento così grande”, ma anche il ringraziamento a coach Massimo Bellano “per essere riuscito a fare squadra insieme alle atlete. Negli anni la pallavolo ha sempre camminato parallelamente alla nostra azienda e siamo cresciuti insieme. Da donna è bellissimo festeggiare una vittoria al femminile”.

Quella di una Lardini che riporta la serie A1 nelle Marche, regione di tradizione e successi. “C’è un po’ di tutto in questo successo – ha aggiunto il presidente della Fipav Marche, Franco Brasili, in sala anche il presidente della Fipav Ancona, Andrea Pietronic’è un presidente che sa di sport, c’è una famiglia, un gruppo, c’è la crescita dal basso. La Lardini è un esempio di coesione e il ringraziamento per la promozione è di tutto il movimento pallavolistico marchigiano”.

E’ un momento felice dal punto di vista sportivo per la nostra regione – ha rimarcato il presidente del Coni Marche, Fabio Luna per un traguardo che arriva ancora una volta dal mondo della pallavolo e dal mondo femminile. E’ un successo che appartiene a tutti i volontari che si impegnano nello sport. Un plauso va al meraviglioso pubblico che segue la Lardini Filottrano, difficilmente mi è capitato di vedere un ambiente così positivo”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2017 alle 15:25 sul giornale del 22 aprile 2017 - 823 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, spettacoli, filottrano, Lardini Filottrano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aIFD