Annullamento concorso dirigenti: Pergolesi (M5S), “Chi si prenderà la responsabilità di eventuali danni"

Romina Pergolesi 12/04/2017 - Il Movimento 5 Stelle ci aveva visto giusto e già nei mesi passati aveva presentato diverse interrogazioni sui possibili vizi di legittimità della procedura amministrativa chiedendone l’annullamento in autotutela.

Con la sentenza del 21 marzo scorso il T.A.R. Marche (Tribunale Amministrativo Regionale) annulla il concorso regionale per la nomina di n. 13 dirigenti. Ieri in aula la consigliera Pergolesi (M5S) ha presentato una question time per chiedere al Presidente della Regione quali azioni intenda intraprendere al fine di tutelare la Regione da eventuali esborsi di denaro pubblico a seguito di possibili soccombenze giudiziarie in merito al concorso annullato qualora il Consiglio di Stato non conceda la sospensiva alla sentenza del T.A.R. Marche n. 223/2017. La Consigliera M5S pone dei dubbi sulla validità degli atti amministrativi adottati dai Dirigenti del suddetto concorso, seppur temporaneamente legittimati, e sui possibili danni erariali nell’eventuale impugnazione da parte di terzi soggetti delle disposizioni adottate.

“Il fatto che l’Assessore ritenga errata la sentenza di un T.A.R. non impedisce all’Ente di ottemperare in autotutela alle disposizioni del Tribunale Amministrativo” così replica all’Assessore Cesetti, la Consigliera Pergolesi. “Chi si prenderà la responsabilità di eventuali danni all’Ente nel caso la Regione perda il ricorso al Consiglio di Stato? Purtroppo l’amministrazione non è nuova a soccombenze giudiziarie ed a farne le spese sono come sempre i cittadini” Forti le affermazioni in aula dell’Assessore Cesetti che non solo polemizza sulle lungaggini e sulle decisioni dei giudici ma addirittura dichiara di essere talmente sicuro di vincere contro la sentenza del T.A.R, che non ha neanche pensato ad un “piano B”, che a suo dire è solo per chi sa di perdere. “E’ assurdo che di fronte ad un muro si decida di accelerare, anziché rallentare, con la convinzione di cadere in piedi! Continuare ad avvallare una situazione “anomala” (anzi, illegittima secondo il TAR) dove chi è stato nominato per prendere decisioni e adeguati stipendi non è titolato a farlo, non ci sembra la soluzione migliore.” La Pergolesi sta già predisponendo ulteriori atti per andare a fondo a questa vicenda, non esclude possibili azioni di denuncia agli organi competenti.

La Consigliera regionale Romina Pergolesi Movimento 5 Stelle Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2017 alle 16:04 sul giornale del 13 aprile 2017 - 1677 letture

In questo articolo si parla di politica, romina pergolesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aIrh