Recanati: Luca Ciammarughi al pianoforte per le serate musicali della Civica Gigli

Luca Ciammarughi 30/03/2017 - Domenica 2 aprile, h 17:30, presso l’Auditorium del Centro Mondiale della Poesia, continuano le Serate Musicali di Recanati con un concerto pianistico tutto dedicato a una sola Sonata, un vertice della letteratura musicale come l'ultima Sonata (D960) di Schubert. Ad introdurre nell'universo di quest'opera lo stesso pianista, Luca Ciammarughi.

Figura inusuale del panorama pianistico attuale, Ciammarughi affianca all'attività concertistica la conduzione quotidiana di trasmissioni su Radio Classica e l'attività di critico musicale per le riviste MUSICA e Classic Voice. Dal 2015 è direttore editoriale del network Classica Viva. Le sue pubblicazioni comprendono, oltre a una serie di cd dedicati a Schubert, saggi, articoli, interviste, voci enciclopediche, programmi di sala per alcune delle principali istituzioni italiane ed emittenti televisive e radiofoniche.

I suoi studi pianistici si sono svolti interamente sotto la guida di Paolo Bordoni, presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, dove si è diplomato con il massimo dei voti e la lode. Si è poi immerso per alcuni anni nel repertorio liederistico, ottenendo il diploma accademico di musica vocale da camera con lode e menzione d'onore e lavorando come assistente di Dalton Baldwin. Le sue incisioni schubertiane hanno ottenuto recensioni entusiaste («Lirismo, bellezza di suono, intimismo e tragicità, accostati in una narrazione coerente ed emotiva» secondo Riccardo Risaliti. «Il giovane Brendel, nel 1962, era molto più neutro», secondo Luca Segalla).

Il pianista Eric Heidsieck ha definito sublime la sua interpretazione della Sonata D 894 di Schubert, «immersa in una luce paragonabile a quella dei pittori del XV secolo». Dino Villatico, a proposito della Sonata D 960 ha scritto che «le mani scorrono da un punto all’altro con fluida naturalezza, come se anche i contrasti più violenti raffigurino la mutevolezza ineludibile del percorso narrativo... la musica si fa racconto». Giovanni Gavazzeni ha paragonato la sua figura di critico-musicista a quella di Giulio Confalonieri.

Paolo Isotta, nel libro Altri canti di Marte, ha scritto: «Le interpretazioni di Ciammarughi sono di altissimo livello e mettono capo a una ricerca timbrica quale può essere concepita solo da un artista nato nel Novecento». Spesso impegnato in lezioni-concerto, ha tenuto recentemente conferenze al pianoforte su Les Chevaliers de la Table Ronde di Hervé, Mirandolina di Martinu e Gina di Cilea nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia e un incontro sul Ring di Wagner per gli studenti di Estetica dell'Università degli Studi di Milano.

Appassionato di teatro, ha suonato e recitato in alcune pièce, fra le quali "L’ultima Sonata", di cui è co-autore con Ines Angelino, impersonando la figura di Franz Schubert. Di prossima uscita un suo volume sulle ultime tre Sonate del compositore viennese al centro del concerto in programma a Recanati. Il concerto è organizzato dalla Civica Scuola di Musica B.Gigli con il patrocinio del Comune di Recanati Assessorato alle Culture. Ingresso libero





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2017 alle 12:26 sul giornale del 31 marzo 2017 - 565 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, recanati, Comune di Recanati, Luca Ciammarughi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aH13