Torre San Patrizio, lungo la provinciale notano due ladri armati di accetta

15/03/2017 - Il fatto è accaduto domenica notte in località Villa Zara, sul posto i Carabinieri di Falerone.

Una giovane coppia fermana, di ritorno a casa dopo una serata di svago, ha notato un movimento sospetto lungo la carreggiata della provinciale 9 nel comune di Torre San Patrizio tratto privo di illuminazione pubblica. Inizialmente si sono impauriti perché immaginavano il passaggio di un cinghiale ed hanno rallentato la corsa  per paura di esser attaccati poichè non riuscivano a capire cosa stesse succedendo. Si rimettono in marcia a passo d'uomo e non appena si avvicinano notano una grossa figura muoversi verso di loro dal lato passeggero e si rendono conto che si tratta di un uomo incappucciato, che porta per mano una accetta, seguito da un secondo uomo. I due, che sono completamente vestiti di nero ed incappucciati, si avvicinavano piano piano verso la vettura. Non appena focalizzata la situazione i fidanzati ripartono di corsa direzione Monte Urano ed avvertono i Carabinieri. Secondo la coppia, i due si sono portati verso la scarpata sottostante per poi sparire tra i campi senza compiere il colpo. Sul posto i Carabinieri della Stazione di Falerone che hanno controllato tutta la zona senza trovare i due malviventi. Sicuramente erano intenti ad entrare nelle abitazioni della zona ma la festa è stata rovinata dal passaggio dei due giovani fermani. Volevano agire per aggredire la coppia? Ovviamente non è da escludere. Ancora una volta il fermano è sotto la morsa dei reati predatori nonostante il continuo presidio nelle strade da parte delle forze dell'ordine.   





Questo è un articolo pubblicato il 15-03-2017 alle 23:51 sul giornale del 16 marzo 2017 - 406 letture

In questo articolo si parla di cronaca, andrea leoni, ladri, fermo, vivere fermo, torre san patrizio, articolo, reati predatori, carabinieri falerone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHtl