A Loreto un convegno sul pensiero di Papa Francesco, Mastrovincenzo: 'La politica deve saper confrontarsi con le sue idee'

04/03/2017 - “Papa Francesco: un pensiero della prossimità.” Questo il tema del dibattito pubblico che si è svolto a Loreto, nella Sala Pomarancio della Basilica della Santa Casa. Relatori il Presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, Don Andrea Principini, Vicario generale della delegazione Pontificia di Loreto e il filosofo, Giancarlo Galeazzi.

“Se individualmente le parole del Papa non ci possono lasciare indifferenti, chi ricopre un ruolo politico ha anche maggiormente il dovere di sentire e di confrontarsi con le parole del Pontefice e con idee che vengono da lui espresse. - Ha detto il Presidente Antonio Mastrovincenzo – Idee che sottintendono valori a cui educare come la solidarietà, la prossimità, la sostenibilità, l’accoglienza e la fraternità.”

Partendo dal valore della sobrietà, Mastrovincenzo ha evidenziato come la politica abbia il dovere di farlo proprio: “Il Consiglio regionale volendo rinsaldare il rapporto di fiducia con i cittadini e la comunità regionale, ha provveduto ad inizio legislatura, subito ad una manovra di riduzione delle spese producendo un risprmio di 1 milione e duecentomila Euro. Somme per le quali è stato indicato un riutilizzo a favore di interventi di solidarietà.”

Come pure la prossimità è un valore fortemente evocativo della politica che deve riscoprire il contatto non episodico con le persone per etica della responsabilità. “Pensiamo – ha proseguito il Presidente – a quanto essenziale sia essenziale questo valore oggi nella nostra regione colpita dal terremoto, verso le popolazioni che ne hanno subito i drammatici effetti. Per ricostruire occorrono certamente le risorse economiche, anche la consapevolezza che si va ad agire sulla vita di persone, famiglie, comunità intere e che dalla nostra azione dipende il futuro delle nostre comunità.”

Il convegno ha preso origine dal libro, edito nella collana dei Quaderni del Consiglio regionale, scritto dal filosofo Giancarlo Galeazzi che per una serie di circostanze ha studiato il pensiero di Papa Francesco, come direttore dell’Istituto superiore di scienze religiose di Ancona e dell’Istituto Teologico Marchigiano della Pontificia Università Lateranense.

“Un libro – ha detto Galeazzi nel suo intervento – che ha un valore ecclesiale ma anche sociale, valore non solo pastorale ma anche culturale perché indica come mettere in movimento certi percorsi della modernità conciliando libertà ed eguaglianza, attraverso la fratellanza, conciliando tolleranza e rispetto nella solidarietà e nel principio unificante del pensiero di Papa Francesco: la misericordia.”

Il volume si articola in cinque parti: il pensiero antropologico, l’anima e le sue peculiarità, mali e cure; il pensiero ecologico, etica dell’abitare il Mondo, condividere e convivere, ecologia come umanesimo integrale; il pensiero sociale, la misericordia; il pensiero pastorale, evangelizzazione e famiglia; il pensiero educativo, parole per educare, valori a cui educare. Con la prefazione del Cardinale Edoardo Menichelli il libro di 356 pagine si legge tutto di un fiato perché tratta del pensiero universale, oggetto di dialogo tra Papa Francesco e tutti gli uomini.

Al Convegno sono intervenuti, per un saluto il Vicario generale  della Delegazione pontificia di Loreto , Don Andrea Principini e il Sindaco Paolo Niccoletti.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2017 alle 14:18 sul giornale del 06 marzo 2017 - 142 letture

In questo articolo si parla di attualità, loreto, marche, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aG49