Camerano: tossicodipendente minaccia di morte e perseguita i familiari, arrestato

28/02/2017 - I carabinieri d Camerano hanno arrestato, nella giornata di domenica, il pluripregiudicato tossicodipendente M.C , residente in città, 35 anni. Il fermo in esecuzione dell’o rdine di custodia cautelare in carcere emesso lo scorso 25 febbraio scorso dal tribunale di Ancona.

All'uomo sono ascritti i reati di maltrattamenti in famiglia, estorsione tentata continuata, atti persecutori e danneggiamento aggravato continuato. L'uomo, anche a  causa della sua condizione di tossicodipendenza , ha vessato in ogni modo i famigliari  conviventi, padre e sorella, minacciandoli di morte più volte se non avesse ottenuto il denaro di cui faceva richiesta.  

Al rifiuto di una somma di 2 mila euro, l'uomo avrebbe attuato anche una serie di danneggiamenti all'appartemento e ai beni comuni della palazzina dove risiede alla famiglia. Le minacce si sarebbero dirette anche nei confronti dei vicini di casa, spesso spaventati dalle urla provenienti dall'appartemento dove risiedevsa l'arrestato.

Gli episodi più gravi alla fine del 2016 con conseguente segnalazione dei congiunti ai militari.  Gli ultimi fatti criminosi  ad inizio 2017, fra gennaio e febbraio,  quando il tossicodipendente aveva  in un'occasione  inveito contro i militari intervenuti nell'appartamento per sedare una lite con i famigliari e quando, in un'altra,  l'esagitato, in preda ad una crisi di astinenza, aveva danneggiato alcuni cassonetti per la raccolta di medicinali scaduti. Il 35enne è ora rinchiuso nel carcere di Montacuto. 







Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2017 alle 11:30 sul giornale del 01 marzo 2017 - 315 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, vivere osimo, roberto rinaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGUT