Pallavolo: Lardini, un cuore grande così per battere Brescia

26/02/2017 - Un cuore grande così. Ma anche qualità e feroce determinazione di non voler mollare di un millimetro di fronte alle difficoltà. La Lardini supera 3-1 il Millenium Brescia con una delle più belle prove della sua stagione, fatta di gioco, coraggio, caparbietà, doti indispensabili per volare sul 2-0 e rimontare nel quarto parziale un Millenium Brescia che al PalaBaldinelli interpreta una eccellente prova.


Il muro di Mazzaro e l’ace di Scuka garantiscono il primo strappo (5-3) ad una Lardini che recupera Vanzurova e la mette subito in condizione di far male. Filottrano va al +3 (7-4) sul muro della ceka, ma il Millenium sfrutta bene il muro di Saccomani e il buon avvio offensivo di Baldi e Viganò per invertire l’andamento del set (11-12). Brescia raddoppia il vantaggio sull’ace di Viganò (13-15), ma dal time out di coach Bellano rientra in campo una Lardini che con Vanzurova mortifera (10 punti e il 60% nel set): suoi tre dei quattro punti con cui le filottranesi si rimettono a condurre (17-15), suo il turno al servizio (con tre ace consecutivi) sul quale la Lardini costruisce il break di 5-0, aperto e chiuso da Negrini, che di fatto segna il parziale. Martinelli interrompe la serie al servizio di Vanzurova, ma non ferma la ceka che va a segno in pipe (23-18), Cogliandro e Scuka guidano all’1-0 una Lardini dal 50% offensivo. Cogliandro apre la seconda frazione (2-0), ma il Millenium è subito reattivo e con l’ace di Martinelli e un paio di errori filottranesi prova a correre (4-7). Fuga stoppata da Vanzurova e dal muro di Mazzaro (7-7), Negrini risponde a Baldi (9-9), poi la Lardini prende il volo con i muri di Vanzurova e Scuka (14-11). L’opposta della Repubblica Ceca (9 punti nel set) resta un prezioso riferimento in attacco (18-16), ma è il servizio di Baldi ad incidere e ribaltare il punteggio (18-20). La reazione delle padrone di casa è immediata e porta la firma di Negrini a muro e di Cogliandro in fast (21-21). Sono i punti di Scuka ad assicurare la parità (23-23) e dopo l’errore di Baldi è il consueto attacco letale di Vanzurova ad assegnare il 2-0 a Filottrano. La Lardini riparte da Vanzurova (3-1), il Millenium dai punti di Lapi (5-7). Negrini e Viganò fanno sorpasso (9-7) e controsorpasso (10-11) in un terzo periodo che prende la strada di Brescia sui turni al servizio di Martinelli (4 ace nel match) e Viganò, ma anche sui muri di Lapi (3 nel set). Le ospiti scappano via (14-18), coach Bellano cerca soluzioni inserendo Cappelli, Galazzo e Tosi, ma a Baldi non trema il braccio (18-23) e Brescia accorcia le distanze. Il set vinto è un’ulteriore iniezione di fiducia ad una squadra che gioca bene e in avvio di quarto parziale vola sul servizio di Martinelli (1-4). Per la Lardini, con Rita in campo, inizia una frazione in cui deve costantemente inseguire un Millenium che prova a fuggire una (5-9), due (12-15), tre volte (15-18). La Lardini ci mette un cuore grande così, chiudendo la zip in difesa con Negrini e Feliziani. Baldi chiude in diagonale (18-20) un’azione che fa tenere a lungo il fiato sospeso all’intero PalaBaldinellli, ma è sul servizio di Bosio (ace del 20-20) che la Lardini prende in mano il set: il mani out di Scuka, il muro di Mazzaro (il 4° personale) e la schiacciata di Vanzurova mandano in visibilio il pubblico e avanti di tre punti la Lardini (23-20). Il pallonetto di Vanzurova cade a terra o forse no, l’arbitro fa ripetere l’azione e dal possibile 24-21, Filottrano si ritrova sul 23-23 per il doppio muro di Martinelli. Mazzaro è un felino sopra la rete (24-23), Martinelli e un errore in attacco delle padrone di casa consegnano a Brescia l’occasione di allungare la sfida (24-25). Ci pensa Negrini a tutto braccio ad azzerare il set-ball (25-25), Cogliandro ad azzannare l’ennesimo pallone senza padrone sopra la rete (26-25) dopo una gran difesa di Bosio. Bellano fa la mossa vincente: dentro Tosi in prima linea, Bosio replica in difesa ed è proprio l’attaccante mantovana a scagliare sul campo di Brescia il pallone che vale una vittoria tanto bella, quanto pesante.

LARDINI FILOTTRANO – MILLENIUM BRESCIA 3-1

LARDINI FILOTTRANO: Bosio 2, Vanzurova 24, Mazzaro 8, Cogliandro 13, Negrini 9, Scuka 13, Feliziani (L); Tosi 2, Galazzo, Rita, Cappelli. N.e.: Marangon (L2), Paolucci. All. Bellano - Quintini.

MILLENIUM BRESCIA: Prandi 2, Baldi 19, Martinelli 15, Lapi 11, Viganò 15, Saccomani 10, Portalupi (L); Dall’Acqua, Zampedri, Mazzoleni, Dall’Ara. N.e.: Garavaglia, Biava. All. Mazzola - Zanelli.

ARBITRI: Jacobacci (Bg) e Laghi (Ra).

PARZIALI: 25-20 (25’), 25-23 (26’), 18-25 (23’), 27-25 (34’).

DURATA: 108’.

NOTE: Lardini: battute sbagliate 6, battute vincenti 6, muri 9, attacco 35%, ricezione positiva 55%. Brescia: b.s. 10, b.v. 7, mu. 10, att. 37%, ric. pos. 62%.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-02-2017 alle 22:12 sul giornale del 27 febbraio 2017 - 268 letture

In questo articolo si parla di Istituto Superiore di Scienze Religiose \"Italo Mancini\", journey to the end of the night, guardie e ladri