“For Marche” con "muoversi con gusto" le tipicità marchigiane protagoniste al White di Milano

24/02/2017 - Dopo l’ottimo successo di gennaio, ritorna il progetto curato da Muoversi con Gusto: alcune aziende marchigiane che hanno sede nelle zone colpite dal sisma saranno protagoniste delle aree food and wine del White durante la Settimana della Moda.

Dopo l’ottimo successo registrato a Gennaio, torna For Marche - Food For Good, il progetto curato da Muoversi con Gusto per dare un aiuto concreto alle imprese del Centro Italia colpite dal sisma. Durante la Settimana della Moda di Milano, il più prestigioso appuntamento fashion dell’anno, gli spazi food e wine del WHITE (il principale Salone Italiano Moda Donna e Uomo leader internazionale per la ricerca) vedranno protagoniste solo realtà che hanno sede vicino ai Monti Sibillini: in primis Muoversi Con Gusto, società con sede ad Acquasanta Terme (AP), la cui mission è la promozione e la valorizzazione dei prodotti del territorio piceno, fermano e maceratese, e alla quale è stata affidata la gestione dell’iniziativa.

Forte dei consensi ottenuti durante la prima edizione di gennaio (durante la settimana della moda uomo), in questa edizione di febbraio (dal 25 al 27 in via Tortona 27) il progetto si amplia e rinnova, infatti gli spazi messi a disposizione gratuitamente dal WHITE crescono in numero e dimensioni. All’interno del Salone le tipicità marchigiane potranno essere degustate in due aree dedicate: al piano terra presso l’area che richiama un elegante bistrot ed al primo piano in un secondo punto ristoro e relax.
Lungo il percorso saranno a disposizione dei partecipanti anche due postazioni mobili in grado di offrire bevande, snack e light lunch. La vera novità di questa edizione sarà una grande installazione esterna, di ben 150 mq, in cui ospiti, buyer, espositori, esponenti del mondo delle istituzioni, della stampa e della moda, potranno sedersi comodamente per pranzare con le specialità marchigiane.
Un vero e proprio ristorante che permetterà di degustare piatti caldi e freddi, dall’antipasto al dolce, per una food experience Made in Marche. Sempre all’interno della struttura, un angolo sarà dedicato alla vendita dei prodotti enogastronomici del territorio piceno, fermano e maceratese; i partecipanti al Salone potranno così acquistare tutte le tipicità che avranno avuto modo di assaggiare ed il ricavato sarà interamente devoluto alle aziende aderenti all’iniziativa. Infine, anche nell’area VIP del WHITE, saranno messi a disposizione alcuni prodotti di caffetteria, dolci e pasticceria secca provenienti dalle zone terremotate.

A dare il suo prestigioso contributo all’iniziativa è anche la Regione Marche che sostiene la presenza delle aziende dell’area terremotata e non con il progetto di filiera Piceno Open realizzato dalla Vinea di Offida. Tale progetto promuove vari prodotti, nello specifico gli eccellenti vini, la cui gamma di compone dell’Offida Docg (Passerina, Pecorino e Offida Rosso), del Rosso Piceno Superiore Doc, del Falerio Doc e della Doc Terre di Offida, l’olio extravergine di oliva biologico, le olive ascolane del Piceno Dop e i prodotti biologici.

Provengono dalle Marche tutte le tipicità enogastronomiche presenti: il ciambellone e la crostata di Gianfornaio (Amandola, FM), la frutta fresca e sciroppata e i succhi dell’Azienda Agricola La Golosa (Montelparo FM), lo Yogurt della Fattoria Angolo di Paradiso (Amandola, FM), i panini al prosciutto crudo, al ciauscolo e al lonzino dell’azienda Corona (Montemonaco, AP), le insalate di farro e orzo perlato dei Sibillini dell’azienda Antichi Sapori di Castorano (AP), la pasta de La Regina dei Sibillini di Montefortino (AP), la pasta fresca del Pastificio Leonardo Carassai di Campofilone (FM), il cartoccio di olive all’ascolana di Fritto Misto Lab (Pagliare del Tronto, AP), le insalate di Ambruosi e Viscardi di Massignano (AP). Di particolare pregio la selezione dei vini che sarà possibile degustare.
Si tratta di etichette provenienti da Offida, terra di vini importanti come lo spumante di Passerina, i bianchi Passerina e Pecorino, i rossi Rosso Piceno e Rosso Piceno Superiore) e fornite dalle aziende Ciù Ciù, Cantina Offida e San Giovanni. E poi l’ottimo caffè dell’azienda Orlandi Passion (Centobuchi, AP).

Il progetto è nato grazie a WHITE e MAP Communication, agenzia di comunicazione marchigiana attiva nel marketing, advertising, PR e e-business, che si sono uniti a favore delle imprese presenti nelle aree colpite dal sisma. For Marche è un aiuto concreto per le aziende che hanno la loro sede nella aree colpite dal sisma anche in termini di visibilità, perché permette a tanti piccoli produttori di farsi conoscere e di presentare le proprie eccellenze ad un pubblico importante e di prestigio (oltre 10.000 i visitatori provenienti da tutto il mondo che hanno partecipato all’edizione di Gennaio e la stima per la prossima edizione è di circa 22.000 persone).

Ecco il programma definito:
- Sabato 25 febbraio, ore 09.30: apertura della White Lounge dedicata alla stampa per assaggiare alcune delle specialità marchigiane delle aziende colpite dal sisma. L’Area Vip sarà a disposizione dei giornalisti nel corso dell’intera fiera, dalle 09.30 alle 18.30.
- Sabato 25 febbraio, ore 18,30: aperitivo di benvenuto dedicato a tutti gli espositori con degustazione di vini biologici Ciù Ciù e di olive all’ascolana
- Lunedì 27 febbraio, ore 09.30: colazione riservata alla stampa con degustazione dei prodotti tipici delle aziende marchigiane
- Lunedì 27 febbraio, ore 13.00: pranzo riservato alla stampa con degustazione dei prodotti tipici delle aziende marchigiane

 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2017 alle 13:53 sul giornale del 25 febbraio 2017 - 239 letture

In questo articolo si parla di attualità, map, qualità, white, enogastronomia locale, post sisma, for marche, MAP communication, Muoversi con Gusto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGNr