Nelle Marche le imprese under 35 crescono del +9,8%, a fronte di un calo del totale delle attività

22/02/2017 - Le imprese under 35 battono tutte le altre nella corsa alla ripresa. Nelle Marche sono cresciute del +9,8% nel 2016 mentre il totale delle attività ha registrato un calo del -0,2%.

Secondo una elaborazione della Confartigianato su dati Unioncamere-InfoCamere, Movimprese, sono 14.702 nella nostra regione le aziende guidate da giovani, l’8,5% sul totale delle imprese, e crescono: nel 2016 ne sono nate 2.787 e cessate 1.292 per un saldo positivo di + 1.495 attività. Sul territorio, è nella provincia di Macerata - dove le aziende under 35 sono 3.703 - che si è verificata la crescita maggiore (+10,8%), seguita da Pesaro e Urbino (+10,6%, 3.092 imprese), Ascoli Piceno (+10,3%, 2.098 attività), Ancona (+8,8%, 3.996 aziende), Fermo (+7,7%, 1.813 attività).

Tra i settori prescelti dai giovani che fanno impresa un importante ruolo hanno le nuove tecnologie, Internet e le telecomunicazioni, ma anche i servizi, e comparti “storici” del nostro tessuto produttivo. “I giovani contribuiscono attivamente alla crescita del nostro territorio - dichiara Luca Corinaldesi Presidente Giovani Imprenditori della Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino - e noi da sempre crediamo che il fare impresa possa rappresentare il futuro del lavoro per i giovani che scommettono sulle proprie abilità e competenze.

Ogni giorno sentiamo numeri drammatici sulla mancanza di lavoro per i giovani; per questo dobbiamo tutti essere coscienti che solo rilanciando il sistema imprenditoriale e con esso l’artigianato e la piccola impresa, che sono il fulcro dell'economia della nostra regione, possiamo dare una risposta in termini di occupazione. I giovani non intendono rassegnarsi alla crisi e cercano nuove strade. Dimostrano una forte propensione ad innovare e vogliono essere protagonisti.

Sempre più spesso i giovani riscoprono, valorizzano, e scelgono per il proprio futuro l’artigianato. Le piccole imprese possono e devono rappresentare il modello di autorealizzazione dei giovani – conclude il presidente dei Giovani Imprenditori della Confartigianato Corinaldesi - Creare le condizioni favorevoli alla nascita e allo sviluppo delle imprese consente di fornire un contributo rilevante alla crescita dell’economia e dell’occupazione, specialmente quella giovanile.”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2017 alle 11:55 sul giornale del 23 febbraio 2017 - 759 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGHw