Da Roma a Fano per rubare contanti ai self di benzina con le 'palette adesive', 5 arresti

polizia 23/02/2017 - Il personale in servizio presso le Squadre Mobili di Pesaro e Rieti, unitamente a quello del Commissariato di P.S. di Fano, ha tratto in arresto 5 cittadini rumeni specializzati in furti a distributori di carburante.

Si tratta di 5 cittadini rumeni, tutti dimoranti nella zona di Roma, già noti alle Forze dell'Ordine, di età compresa tra i 26 ed i 39 anni, che ora dovranno rispondere del reato di furto aggravato.

La Squadra Mobile di Rieti, ritenendo i cinque responsabili di numerosi colpi messi a segno nel Lazio, da tempo stava monitorando i loro movimenti. In tale contesto, la notte tra il 20 ed il 21 febbraio, sospettando che si stessero preparando a colpire nuovi distributori, i poliziotti hanno predisposto un mirato servizio di pedinamento che li ha condotti fino nelle Marche.

La Bmw con a bordo la banda sospetta infatti, dopo aver imboccato il GRA di Roma e l’A1, è uscita al casello di Orte per poi dirigersi verso Perugia ed entrare, infine, nel territorio comunale di Fano. Da qui la richiesta di supporto alla Squadra Mobile di Pesaro ed al Commissariato di Fano che hanno inviato tempestivamente in zona alcuni equipaggi.

Contestualmente la banda, raggiunto un distributore di carburante lungo la SS 16 in località Metaurilia di Fano, ha iniziato ad armeggiare attorno alle due colonnine dei self service e ad estrarre, con l'aiuto di “palette” in plastica rigida, costruite artigianalmente, alle cui estremità era stata applicata la carta adesiva, banconote per un totale di 1.830 euro.

L'improvviso sopraggiungere di una vedetta della vigilanza privata, però, ha costretto i malviventi ad abbandonare repentinamente l’area di servizio ed a dileguarsi nei campi retrostanti. Raggiunto così il casello autostradale di Marotta, dove ad attenderli vi era il complice alla guida della Bmw, si sono diretti verso nord.

Al casello di Pesaro i poliziotti, che per tutto il tempo avevano seguito i loro movimenti, hanno deciso di intervenire e bloccare gli occupanti.

Pertanto, al termine della perquisizione veicolare, durante la quale sono stati rinvenuti il bottino, vari arnesi da scasso ed un manganello telescopico in acciaio, del quale è vietato il porto, I cinque uomini sono stati tratti in arresto nella flagranza di reato ed accompagnati nel carcere di Villa Fastiggi.

Successivamente, lungo il tratto di campagna percorso a piedi dagli arrestati per allontanarsi dal distributore, la Polizia ha rinvenuto una delle palette utilizzate per prelevare le banconote dalla cassa.





Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2017 alle 00:00 sul giornale del 23 febbraio 2017 - 7263 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, fano, pesaro, furto, squadra mobile, sudani scarpini, Sudani Alice Scarpini, polizia di stato, commissariato di fano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGJl





logoEV