Rigo di Montegallo: i Carabinieri "salvano" le opere d'arte colpite dal sisma

21/02/2017 - Martedì l’unità di crisi regionale dei beni culturali si è spostata nell’ascolano. Qui Storici dell’arte del MIBACT, Carabinieri, Vigili del Fuoco e Volontari della Protezione Civile di Legambiente stanno mettendo in sicurezza le opere presenti nella chiesa San Giovanni Battista di Rigo di Montegallo.

Tante le opere recuperate tra questi alcune erano state accantonate in occasione di precedenti terremoti che avevano distrutto le chiese che li contenevano, tra le opere recuperate figurano Altari lignei, sculture lignee e beni ecclesiastici, tutti del XVII secolo e di pregevole valore storico e artistico.

Le stesse dopo un primo intervento di stabilizzazione, sono state catalogate, imballate e portate al sicuro in un deposito. Nello stesso luogo in data 03.09.2016 , fu messo in salvo un dipinto olio su tavola, raffigurante la Madonna, San Sebastiano e San Giovanni Battista che secondo una attribuzione popolare lo ricondurrebbe al pittore Cola dell’Amatrice. In quella circostanza i cittadini del luogo, molto attaccati a tale opera, chiamarono i Carabinieri che insieme al personale de MIBACT misero al sicuro la tavola, che tra l’altro era stata di recente restaurata, nel timore che la stessa potesse subire danni dal terremoto o ancor peggio essere trafugata.

Durante le fasi del recupero oltre ai funzionari dell’ufficio beni culturali della diocesi di Ascoli Piceno hanno collaborato gli amministratori comunali , sensibili alla messa in sicurezza dei beni culturali presenti nel loro territorio.







Questo è un articolo pubblicato il 21-02-2017 alle 12:58 sul giornale del 22 febbraio 2017 - 8949 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGE5