Lodolini (PD): “La possibile fuoriuscita di pochi non ferma il progetto”

Emanuele Lodolini, deputato PD 20/02/2017 - All'indomani dell'assemblea nazionale e del rischio fuoriuscita di alcuni membri della minoranza, l'On. Lodolini, renziano doc, membro della direzione nazionale, ha fatto il punto sulla situazione interna al suo partito.

“Avevamo fatto un appello a confrontarsi all'interno del partito e non ad uscirne” – ha detto Lodolini. “Purtroppo l'impressione è che tutto fosse già deciso prima ancora di avviare l'evento di Roma. Personalmente ritengo che la possibile scelta individuale di alcuni di lasciare il PD sia un errore. Il pensiero va agli iscritti e agli elettori del Partito Democratico perché il Partito è proprietà loro.

Anzi proprio a loro faccio un appello: non torniamo indietro. Ma il pensiero va anche a tutte quelle persone che il 4 dicembre sono state al nostro fianco per un' idea diversa di Italia sostenendo il Sì al referendum. A loro chiedo di rimettersi in cammino, anzi chiedo di iscriversi al Pd: c'è tempo fino al 28 febbraio per iscriversi al Partito Democratico. Lavoreremo convintamente e con il solito grande entusiasmo tra le persone per riaffermare l'importanza di condividere il progetto politico e le nostre idee per il paese con la base. Io, nel mio piccolo, continuerò a crederci e ad impegnarmi come ho fatto finora.

Le idee e le passioni sono più forti delle polemiche e dei personalismi”.


da On. Emanuele Lodolini
parlamentare Pd




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-02-2017 alle 14:48 sul giornale del 21 febbraio 2017 - 9810 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini, politica, roma, ancona, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGCx


Daniela Montali

21 febbraio, 08:17
Hai ragione Emanuele: ora saranno in pochi a lasciare il PD perchè MOLTI ELETTORI ED ISCRITTI l'hanno già fatto da un pezzo.
La cosa più triste è che questo sia avvenuto nella più totale indifferenza di molti dirigenti del PD, anzi, sarei quasi tentata di dire con soddisfazione di qualcuno.
Forse il progetto che abbiamo in mente non è lo stesso e bisognerebbe chiarici su questo.

luigi alberto weiss

23 febbraio, 09:16
Gentile Lodolini, non dimentichi che sono gli elettori a farvi sedere in Parlamento e non il suo segretario di partito. Se nella cabina elettorale la matita va su un simbolo diverso da quello del PD, ci sarà una ragione?