Senigallia: aggressione in centro, commerciante vittima di un 29enne senigalliese in stato di alterazione psicofisica

carabinieri di senigallia 18/02/2017 - Aggressione ad un commerciante nelle vie del centro storico. I carabinieri di Senigallia, accorsi sul posto su richiesta della vittima, hanno identificato l’aggressore in un 29enne senigalliese.

La scorsa sera infatti, come appurato dalla pattuglia del Nucleo Radiomobile, il 29enne, in evidente stato di alterazione psicofisica, ha aggredito per futili motivi il commerciante con un pugno al volto, procurandogli la frattura delle ossa nasali.

Anche in presenza dei militari il senigalliese, rifiutandosi di farsi identificare e proferendo parole ingiuriose nei confronti del personale dell’Arma, ha continuato ad agitarsi tanto che i militari sono stati costretti a richiedere l’intervento dei sanitari del 118, ad utilizzare le manette di sicurezza ed a farlo salire di peso sull’autolettiga.

Dopo gli accertamenti sanitari, il 29enne, risultato positivo ai “cannabinoidi” e con un tasso alcolemico pari a 2,93 gr/lt, che è stato dimesso alle 5:30 del mattino, è stato denunciato per i reati di resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale, rifiuto di indicazioni sull’identità personale e ubriachezza molesta. Inoltre è stato segnalato per i provvedimenti di competenza del Prefetto di Ancona per uso personale non terapeutico di sostanze stupefacenti.

Per quanto riguarda le lesioni refertate al commerciante, che non hanno superato la soglia della procedibilità d’ufficio, i carabinieri della Compagnia di Senigallia attendono invece la querela da parte della vittima, che si è riservata di presentare eventualmente nei prossimi giorni.





Questo è un articolo pubblicato il 18-02-2017 alle 14:48 sul giornale del 20 febbraio 2017 - 13189 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, senigallia, aggressione, Sudani Alice Scarpini, carabinieri di senigallia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGzQ


L' aggressore un senigalliese???

L' aggressore è nato a Telaviv da padre Israeliano e madre Italiana, quindi senigalliese un par di ciufoli!!! Caso mai naturalizzato! E non vive a Senigallia, ma in Thailandia. A Senigallia ha la famiglia.

@Marlive.
Cosa cambia questo del fatto che ha colpito una persona?
Un saluto

@Marlive
Il ragazzo in questione è nato in Israele e per la precisione a Petah Tikva a pochi chilonetri da Tel Aviv da entrambi i genitori italiani (come dimostra anche il cognome dello stesso).
Probabilmente fa confusione con il fratello maggiore, figlio di prime nozze della mamma con un cittadino israeliano.
Ritengo che Daniele Sole abbia ragione che questo non cambia la sostanza delle cose ma, visto che Lei ha voluto accentuare il fatto che non fosse italiano al 100 percento, ho ritenuto opportuno farLe sapere che si sbagliava.

Filomena Martucci

21 febbraio, 12:39
Confermo quanto scritto dal sig. Coen.
Il ragazzo è di entrambi i genitori italiani e non è assolutamente vero, come si è sentito dire in giro in un primo momento, che si trattasse di un parcheggiatore abusivo extracomunitario.

Filomena Martucci

21 febbraio, 12:45
Aggiungo anche che si, per qualche anno ha vissuto in Thailandia, ma sia da piccolo così come adesso ha vissuto e vive a Senigallia.

L'ignoranza dei razzisti, si palesa inevitabilmente ogni volta che questi aprono bocca. Nonostante le figure meschine rimediate ogni volta, perseverano nei loro sproloqui.