Pallavolo: Lardini in finale di coppa Italia, Trento battuta al tie-break

Lardini - Trento Coppa Italia 16/02/2017 - Quando Chiara Negrini alla fine del secondo set mette a terra il pallone che vale la finale della coppa Italia di A2 il PalaBaldinelli si accende a festa e tributa un lunghissimo applauso ad una Lardini che il 12 marzo sfiderà la myCicero Pesaro per la conquista del trofeo e che nella semifinale di ritorno con Trento non si accontenta del set “mancante” ma chiude con un successo al tie-break.


La squadra di Massimo Bellano centra un traguardo storico per il club filottranese, da festeggiare per qualche ora prima di rituffarsi nelle vicende del campionato.
La Lardini entra nel match con il muro di Cogliandro e tre punti di Scuka che lanciano Filottrano sul 6-3. Trento propone subito Aricò ed è proprio il muro dell’opposta a interrompere la fuga della Lardini (7-7), la Delta Informatica rilancia ancora con il servizio di Moncada (due ace) che contribuisce e non poco al vantaggio esterno (7-11).
Trento si appoggia su Aricò e Kijakova per allungare il passo (9-15), la Lardini inizia a trovare continuità in banda e riduce il gap con il muro di Mazzaro (12-16). Aricò la respinge una prima volta (14-20), Coppi e Rebora una seconda (17-22), ma è una Lardini in fiducia, che ricuce lo strappo con Scuka e con Vanzurova che prima difende e poi mette a terra il punto del 22-22. Il finale di set premia la Delta Informatica, che arriva al set point con Fondriest (23-24) e chiude con Coppi.
E’ ancora il servizio di Trento (ace Aricò) a creare problemi in avvio di seconda frazione ad una Lardini che però accende la dinamite sul braccio della Vanzurova per recuperare e mettere la freccia con l’ace dell’opposto (7-6). Filottrano alza i giri del motore e Bosio innesca una Scuka micidiale: sono cinque punti consecutivi della slovena a dare sostanza al break di 7-0 chiuso da Cogliandro con cui la Lardini prende le distanze da Trento (14-8). Feliziani calamita palloni su palloni, il primo tempo di Mazzaro fa segnare il massimo vantaggio (18-11).
Coppi e Fondriest provano a rimettere in pista la Delta Informatica (21-16), ma Vanzurova e Cogliandro respingono l’assalto ospite (23-16). E’ capitan Negrini a mettere il punto esclamativo ad un set che significa finale di coppa Italia di A2, scatenando l’entusiasmo dei tifosi.
La Delta Informatica riparte con Antonucci, Bogatec, Montesi e Bortoli nel sestetto, ma in casa trentina la sfortuna ci vede benissimo e sul 3-3 del terzo parziale si infortuna Coppi, dopo che nella gara d’andata si è era fatta male la Michieletto. Un lungo coro accompagna l’uscita in barella dell’attaccante che la scorsa stagione vestiva la maglia della Lardini, la squadra di Iosi ha una immediata reazione con Bogatec (4-5) e Kijakova (5-8), ma è Negrini a infilare uno dietro l’altro i punti della parità a quota 8.
Anche coach Bellano inizia a cambiare volto alla Lardini, con l’innesto di Rita al centro: Filottrano prende margine con Vanzurova e Scuka (16-13), le neoentrate Tosi (19-15) e Cappelli lasciano subito il segno (23-20). E’ proprio la schiacciatrice toscana a garantire tre set-point alla Lardini (24-21): Montesi e Antonucci annullano i primi due (24-23), Vanzurova non sbaglia e scrive a referto il 2-1. Con Galazzo in regìa, la Lardini scatta bene al via della quarta frazione, mandando a segno Tosi (all’80% in attacco nel set) e Vanzurova (5-2). Cogliandro spinge al servizio (8-5), altrettanto fa Trento con Kijakova (10-8) e Bogatec (11-10). Il tocco di seconda di Galazzo vale il nuovo +2 (14-12), Bellano dà campo a Marangon, la Delta si mette in carreggiata di sorpasso con Kijakova che prima mette a terra l’attacco del 15-16 e poi ancora da zona-uno sigla il 17-19. Cappelli e un errore di Trento riconsegnano la parità a Filottrano (19-19), il quarto punto diretto al servizio (di Montesi) manda di nuovo avanti le ospiti (21-23).
La Delta Informatica arriva per prima al set-point (22-24) e Kijakova coglie al volo l’occasione per portare la gara al tie-break, il secondo in quattro giorni per la Lardini.
Nel quinto set Filottrano la fa da padrona: Rita mura per il 3-0, Vanzurova e Tosi consentono alla Lardini di cambiare campo sull’8-1. Galazzo si traveste da schiacciatrice e sigla l’11-3, Trento reagisce con i muri di Fondriest e Bortoli (11-5), nella Lardini trova spazio anche la giovanissima Paolucci. Sui titoli di coda Cogliandro piazza il muro del 14-5 e poi mette giù la palla che vale la quinta vittoria stagionale al tie-break.

 

LARDINI FILOTTRANO – DELTA INFORMATICA TRENTINO 3-2

LARDINI FILOTTRANO: Bosio 2, Vanzurova 18, Mazzaro 4, Cogliandro 11, Negrini 9, Scuka 15, Feliziani (L). Tosi 7, Marangon (L2), Galazzo 2, Rita 3, Paolucci, Cappelli 5. All. Bellano - Quintini.

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Moncada 2, Aricò 10, Fondriest 10, Rebora 6, Kijakova 15, Coppi 6, Zardo (L); Antonucci 10, Montesi 6, Bortoli 3, Bogatec 5. All. Iosi - Avi.

ARBITRI: Toni (Tr) e Merli (Tr).

PARZIALI: 23-25 (26’), 25-17 (23’), 25-23 (28’), 23-25 (25’), 15-6 (11’).

DURATA: 113’.

NOTE: Lardini: battute sbagliate 6, battute vincenti 3, muri 6, attacco 40%, ricezione positiva 33%. Trento: b.s. 11, b.v. 8, mu. 8, att. 33%, ric. pos. 60%.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-02-2017 alle 10:07 sul giornale del 17 febbraio 2017 - 4147 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, filottrano, Lardini Filottrano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGuZ