Ersu, per la Lega Nord si tratta di una 'schiforma': "Persa occasione per migliorare"

14/02/2017 - Quella votata martedì in Consiglio Regionale per la Lega Nord Marche è una vera e propria "schiforma".

Gli interventi degli esponenti della maggioranza hanno sottolineato il fatto che in questi mesi c'è stato un attento ascolto delle problematicità avanzate da tutti gli attori del mondo universitario ma, sorpresa, alla fine per paradosso, viene presentato un atto che contrasta proprio con i pareri esposti dal mondo universitario.

Servizi efficienti? No! Per la Lega Nord si avrà un calo della qualità delle prestazioni, non saranno tutelati i posti di lavoro, i lavoratori attuali vivono e vivranno nell'incertezza del loro futuro professionale e questa nuova legge peggiora la situazione. Tale legge votata martedì è un brutto ibrido, raffazzonato da tanti emendamenti che dimostrano l'incapacità della maggioranza di programmazione e di seria applicazione delle norme.

Per il consigliere regionale Zaffiri il lavoro svolto dagli Atenei in questi anni è stato spesso eccellente, tanto da evidenziare al meglio le peculiarità del mondo universitario marchigiano; ora questa riforma, che come dice l'assessore Casini, "vedremo in un anno che impatto e quali effetti darà", è la riprova che si procede per tentativi ed errori tipici della Giunta Regionale. Se è vero che la legge nazionale impone una riforma di questo ente, vero è che la Regione ha perso un'occasione per migliorare e per andare incontro realmente al mondo universitario. Si è preferito, invece, come al solito, cedere alle sirene della politica e alla sua autoreferenziazione.


da Gruppo Consiliare Lega Nord Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2017 alle 15:59 sul giornale del 15 febbraio 2017 - 990 letture

In questo articolo si parla di politica, ersu, camerino, Ersu Urbino, Gruppo Consiliare Lega Nord Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGrj