Volley: la Lube doma anche Ravenna (3-0), continua la marcia in testa

09/02/2017 - Continua imperiosa la marcia in campionato della Cucine Lube Civitanova, che batte Ravenna con un netto 3-0 (25-15, 25-16, 26-24) nel turno infrasettimanale della 9ª di ritorno della SuperLega UnipolSai chiudendo quasi in cassaforte la propria leadership in Regular Season.

I marchigiani sfoderano numeri straordinari dall’11 dicembre (1ª giornata di ritorno) ad oggi: considerando in tutti i seguenti casi anche Europa e coppa Italia, i marchigiani sono ora a 15 vittorie consecutive, confermano l’imbattibilità stagionale casalinga con 14 vittorie in 14 partite, e anche l’imbattibilità nel 2017 su 9 gare giocate.

E con i tre punti chiusi in cassaforte oggi, mancando quattro gare da giocare capitan Stankovic e compagni, che guidano la classifica con 6 punti di vantaggio su Trento, trasformano il match casalingo di domenica prossima con la Diatec di Lorenzetti in un vero e proprio match point per la vittoria della Regular Season.

La partita

Il tutto con Chicco Blengini che contro la formazione romagnola allenata da Fabio Soli ha optato anche per il turn over, lasciando a riposo rispetto alle ultime uscite Kovar, Candellaro e Grebennikov, sostituiti rispettivamente da Kaliberda, Cester e Pesaresi (libero).

Nel primo parziale Ravenna firma una buon partenza appoggiandosi sulle fiammate di Grozdanov (8-4 per i romagnoli con un ace e un contrattacco vincente del bulgaro, seguiti da un muro di Bossi su Kaliberda), ma il riscatto dei padroni di casa è pressoché immediato, e arriva mettendo in vetrina un sontuoso Juantorena (7 punti, 62% in attacco), ma soprattutto un muro granitico (i marchigiani ne piazzano addirittura 6). Parità a quota 9 con gli ospiti che (sull’8-5) avevano dovuto rinunciare al regista Spirito, fermato da un problema alla caviglia sinistra, e il neo entrato Leoni che sui suoi primi palleggi trova i blocchi vincenti in serie di Christenson (su Van Garderen) e Cester (due consecutivi, su Van Garderen e Torres), quindi il break dei biancorossi con un ace di Christenson e un muro di Juantorena su Torres (16-13).

Da qui in poi la strada per gli uomini di Blengini è tutta in discesa fino al 25-15 finale (Ravenna riceve col 27% di positive e attacca con identica percentuale, troppo poco per infastidire la Lube), come pure nel secondo set, in cui Soli prova la carta Lyneel (per Grozdanov), ma nulla può contro una Cucine Lube Civitanova che gira a mille in ogni fondamentale, con Christenson che oltre ai soliti Juantorena (100% su 4 schiacciate) e Sokolov, in attacco comincia a scaldare con buone risposte anche la mano di Kaliberda (5 punti, 67%). E’ proprio del tedesco il contrattacco del 12-6, che di fatto sancisce con largo anticipo il 2-0 dei cucinieri. Finirà 25-16 dopo un ace di Sokolov.

Nel terzo parziale, infine, la Bunge Ravenna inizia schizzando sul 5-2 grazie a due errori di fila della Lube, che riordina comunque immediatamente le idee e come nel set d’apertura, dopo l’immediata parità (9-9) scappa sul 17-12 costruendo le proprie fortune ancora col muro (alla fine saranno 14 vincenti). Blengini concede il campo anche alla diagonale Corvetta-Casadei, ma non è finita. I romagnoli pareggiano infatti a quota 20 proprio murando il neo entrato opposto ex Modena, dando il via ad un punto a punto che convincerà il tecnico di casa a rimettere in campo la diagonale d’attacco titolare. Chiuderà Christenson sul 27-25 murando Van Garderen.

Osmany Juantorena, autore di 13 punti (63% in attacco, 53% in ricezione, 2 muri) è l’Mvp.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 9, Candellaro 1, Pesaresi (L), Kaliberda 13, Juantorena 13, Casadei 2, Stankovic 4, Kovar n.e., Christenson 8, Cester 8, Grebennikov, Corvetta, Cebulj n.e.. All. Blengini.

BUNGE RAVENNA: Calarco n.e., Ricci 2, Kaminski 3, Leoni 1, Raffaelli n.e., Van Garderen 10, Grozdanov 7, Goi (L), Torres 9, Bossi 5, Spirito, Marchini n.e.. All. Soli.

ARBITRI: Zanussi (TV) – Cesare (RM).

PARZIALI: 25-15 (24’), 25-16 (21’), 26-24 (29’).

NOTE: Spettatori 2015, incasso 18305 Euro. Lube bs 6, ace 4, muri 14, ricezione 47% (% prf), attacco 26%, errori 5. Ravenna bs 10, ace 5, muri 5, ricezione 50% (24% prf), attacco 38%, errori 4.

Lube-Ravenna, le interviste nel dopo gara

Antonio Corvetta : "Abbiamo portato a casa tre punti senza spendere troppe energie psico-fisiche, visto anche il periodo intenso. Non è stata una partita eccellente ma nell'arco di un campionato ci sta, siamo comunque soddisfatti del risultato ottenuto. Siamo stati bravi a mantenere la calma anche quando ci siamo trovati sotto con il punteggio, è un aspetto su cui abbiamo lavorato tanto e abbiamo affrontato sfide molto difficili, con un tasso tecnico e tattico elevatissimo che sicuramente ci hanno reso consapevoli delle nostre potenzialità. Domenica ci aspetta una partita fondamentale: in palio ci sono dei punti importanti e l'obiettivo è ovviamente quello di portare a casa il punteggio pieno in uno scontro che sarà sicuramente di alto livello"

Nicola Pesaresi : "Quella di questa sera è stata una vittoria importante che ha permesso di prendere ritmo di gioco anche a chi ha giocato meno ultimamente. Nel terzo set ci siamo rilassati un po' troppo ma siamo comunque riusciti a portare a casa il risultato ed è questo ciò che conta. Sono contento di essere tornato in campo, ho fatto la mia parte e sono soddisfatto dei tre punti che abbiamo ottenuto. Domenica sarà una sfida decisiva per il primo posto, contro una grande squadra: sarà un big match da giocare al massimo livello."

Alberto Casadei : "Siamo stati bravi a crescere partita dopo partita, abbiamo trovato l'intensità e la forza mentale giusta per affrontare periodi intensi come questo. Abbiamo fatto il massimo per arrivare ad uno scontro importante domenica, che abbiamo tutte le carte in regola per giocare al meglio. Ciò che rende questa squadra forte è la mentalità che sta crescendo giorno dopo giorno sia in spogliatotio che in allenamento e tutto questo si riflette ovviamente nelle partite. C'è una coesione che coinvolge società e spogliatoio che sicuramente è una marcia in più per vincere."

Gianlorenzo Blengini : "L'infortunio del palleggiatore titolare ha sicuramente reso la vita difficile a Ravenna, hanno comunque aggiunto qualità e spregiudicatezza al gioco, soprattutto nel terzo set. Siamo contenti di aver portato a casa la partita con un risultato netto, visto anche il periodo impegnativo che stiamo attraversando. Era importante stringere i denti ed i ragazzi sono stati bravi a farlo. Non sono in grado di dire quale sia il segreto di questa Lube, la società mi da il privilegio di avere grandi giocatori da poter ruotare: è una squadra che lavora molto bene ed intensamente. Ognuno conosce bene il proprio ruolo all'interno del gruppo e questo secondo me è fondamentale. Tutte queste cose insieme alla grande disponibilità e qualità dei giocatori producono questo effetto. Secondo me essere vincenti vuol dire principalmente riuscire a vincere la maggior parte delle partite che si ha la possibilità di vincere e questa squadra sta dimostrando questa mentalità. Sappiamo comunque che il passato non conta, l'importante è il giorno dopo e quindi ora la testa va alla partita con Trento."
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-02-2017 alle 11:07 sul giornale del 10 febbraio 2017 - 782 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, volley, volley lube

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGfs