Corinaldo: colpì il nonno a martellate, 14 anni per Mattia Morganti

mattia morganti 07/02/2017 - Nel novembre 2015 aveva colpito a martellate il nonno, riducendolo in fin di vita.

L'anziano, Giuseppe Manoni, era poi morto dopo alcuni mesi di agonia. Ora per Mattia Morganti, è arrivata la condanna del giudice con rito abbreviato: 14 anni di reclusione per omicidio volontario. Il pm aveva chiesto la condanna all'ergastolo.

Il giudice Francesca Zagoreo, gli ha però riconosciuto la semi infermità mentale, ma anche l'aver agito con crudeltà e sevizie verso una figura con cui aveva legami di parentela. La condanna prevede anche il ricovero in un Rems (residenza per l’esecuzione della misura di sicurezza sanitaria), in cui potrà seguire un percorso terapeutico e riabilitativo.

La difesa di Morganti o la Procura potrebbero decidere di ricorrere in Appello dopo la deposizione delle motivazioni.





Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2017 alle 10:07 sul giornale del 08 febbraio 2017 - 4331 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, corinaldo, Sara Santini, articolo