Un lettore: "Il gioco d’azzardo si estinguerà e a beneficiarne saranno i cittadini"

gioco d'azzardo 30/01/2017 - Ho letto il comunicato stampa di “Assotrattenimento - Confindustria Sit e Sapar Confesercenti” dal titolo “Gioco lecito e controllato, un settore industriale a rischio estinzione” e, occupandomi socialmente del tema “gioco d’azzardo” da qualche anno, non posso che scrivere quanto segue.

Nel 2016 il cosiddetto “gioco lecito” in Italia ha avuto un giro di affari record di 95 miliardi di euro (fanno più di 1500 euro a testa, includendo i neonati), 7 miliardi di euro in più rispetto al 2015. Parlate di possibile calo occupazionale per il vostro comparto, ma quanti posti di lavoro si sono persi nell’economia reale a causa dei soldi spesi dai cittadini per il gioco d’azzardo? Sicuramente molti più di quelli che si sono creati col gioco d’azzardo, dato che quest’ultimo porta alla concentrazione della ricchezza considerando le vincite milionarie a discapito di tante perdite di migliaia di euro di tantissime persone che non arrivano più a fine mese.

In quanto alla criminalità, negli ultimi anni il gioco d’azzardo illecito è cresciuto parallelamente a quello lecito, arrivando ad un giro di affari di almeno 23 miliardi di euro, senza tenere conto che la criminalità organizzata è entrata prepotentemente anche nel gioco lecito, tema trattato anche dalla recente RELAZIONE SULLE INFILTRAZIONI MAFIOSE E CRIMINALI NEL GIOCO LECITO E ILLECITO della COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SUL FENOMENO DELLE MAFIE E SULLE ALTRE ASSOCIAZIONI CRIMINALI, ANCHE STRANIERE.

Scrivete "non rappresentiamo quindi una lobby”, ma siete voi stessi ad affermare che nei vostri confronti con i rappresentanti istituzionali, che stanno per approvare una Legge Regionale in materia, tutelate le vostre imprese avanzando alcune proposte sottolineando i punti “inutili e controproducenti, come le distanze dai luoghi sensibili e le restrizioni degli orari in cui poter giocare, che rischiano di produrre effetti contrari a quelli desiderati”... sì, dalle vostre imprese!

In Italia si stimano fino a 15 milioni di giocatori abituali, che rappresentano il 25% della popolazione italiana, mentre nelle Marche sono il 27%; fino a 3 milioni sono i giocatori a rischio patologico, fino a 1,3 milioni sono i giocatori già patologici; ogni anno in Italia i danni socio-sanitari causati dall'azzardopatia sono pari a 6 miliardi di euro.

Si sono estinti i dinosauri, si estinguerà anche il gioco d’azzardo e a beneficiarne saranno i cittadini!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2017 alle 10:54 sul giornale del 31 gennaio 2017 - 1355 letture

In questo articolo si parla di attualità, gioco d'azzardo, sale giochi, Un lettore

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFVk