Fano: dune artificiali realizzate senza autorizzazione in località Arzilla e Sassonia, sequestrati 1800mq di litorale. Foto

27/01/2017 - La Guardia Costiera di Fano al comando del Tenente di Vascello Eliana Di Donato, impegnata nella tutela dell’ambiente marino-costiero e del paesaggio, ha accertato la presenza di estesi cumuli di sedimenti (sabbia e ghiaia) realizzati artificialmente senza autorizzazione e pertanto sequestrato 1800 metri/quadrati di litorale.

I cumuli di sedimenti, realizzati artificialmente senza autorizzazione da privati ed accertati dagli uomini del Nucleo Polizia Marittima e difesa costiera in località Arzilla (sabbia) e in località Sassonia (ghiaia), rappresentano un fenomeno di abuso ed illecito uso del demanio marittimo che, oltre a violare la disciplina sull’uso del pubblico demanio marittimo e del paesaggio, ha impedito la libera fruizione del mare e della costa da parte della collettività.

Infatti- tiene a precisare la Guardia Costiera di Fano- “Il demanio marittimo è bene collettivo, di tutti e di ciascuno, miratamente tutelato dalla normativa paesaggistica e dal Codice della Navigazione”. Quindi, “ogni intervento deve essere specificatamente autorizzato dall’Ente preposto alla tutela ambientale, così come dall’Ente comunale gestore, per quanto tuttavia, nel caso di specie, le “dune“ appaiono tali, per estensione ed altezza, che difficilmente sembrano autorizzabili, nelle forma e dimensione attuali, arrivando a toccare, in un punto della località Arzilla, addirittura i 4 metri di altezza. Una vera e propria muraglia di sabbia”.

Il personale della Guardia Costiera di Fano, che su disposizione dell’Autorità giudiziaria di Pesaro ha dato esecuzione al sequestro di 1800 mq di litorale, ha provveduto ad informare l’Autorità comunale per la valutazione dell’eventuale sussistenza dei presupposti per l’adozione di provvedimenti ripristinatori.

L’attività di controllo e monitoraggio del territorio costiero da parte del personale diretto dal Comandante Di Donato proseguirà.







Questo è un articolo pubblicato il 27-01-2017 alle 15:53 sul giornale del 28 gennaio 2017 - 10320 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, guardia costiera, Sudani Alice Scarpini, dune, arzilla di fano, articolo, guardia costiera di fano, litorale fanese, Sassonia di Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFRh


Giorgio Pana

27 gennaio, 19:00
Donca. tre domande:
1) - La spiaggia posta ai piedi della Montagnola non c'entra, vero?
2) - e neanche il mare...
3) - Le conseguenze per chi frequenta la spiaggia?