Giornata della Memoria, Minardi ai ragazzi del liceo scientifico “Torelli” di Fano: 'Visitate i campi di sterminio'

26/01/2017 - “L’incontro con la memoria cambia per sempre la vita di ognuno di noi. Come lo è stato per voi”. Così il vice presidente del Consiglio regionale, Renato Claudio Minardi, in apertura del suo intervento in aula in occasione della celebrazione per la Giornata della memoria, rivolgendosi ai ragazzi della classe IV A del liceo scientifico “Torelli” di Fano.

La classe è risultata infatti vincitrice, nella sezione dedicata alle scuole superiori, del primo premio del concorso nazionale del MIUR “I giovani ricordano la Shoah – Viaggio nella Memoria”.

Venerdì, questi studenti, accompagnati dal loro insegnante, Paride Dobloni, che ha coordinato il progetto, e dal preside dell’istituto Samuele Giombi, saranno accolti al Quirinale e premiati dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Gli stessi studenti hanno potuto partecipare a un viaggio della memoria ad Auschwitz. Il vice presidente Minardi ha elogiato l’eccellente lavoro svolto dagli studenti e ha poi letto la motivazione del premio loro assegnato: “Gli studenti hanno interpretato la traccia preparando con grande accuratezza una valigia d’epoca, vero e proprio kit di sopravvivenza della memoria, divisa in otto comparti. Tra questi comparti risaltano una bibliografia, come anche schede e linee del tempo dedicate al negazionismo. La scelta dei materiali è stata effettuata sulla base di un lavoro di documentazione attento e preciso. La propaganda e le menzogne negazioniste vengono affrontate e confutate non soltanto con gli strumenti della memoria, ma anche proponendo la realtà materiale delle cose: il barattolo contenente del gas Zyklon B, le stelle gialle, alcuni oggetti rappresentativi della vita nei campi di lavoro. Il lavoro risulta particolarmente originale e si configura come valido strumento didattico”.

“La comprensione dell’enormità della tragedia della Shoah - ha detto Minardi - e delle dinamiche che ne hanno permesso l’ideazione e la realizzazione è forse il modo più giusto per contribuire alla formazione di una più consapevole e responsabile coscienza civile nelle nuove generazioni”.

“Oggi – ha continuato il vice presidente - siamo chiamati a fare tesoro degli insegnamenti della storia e a costruire una civiltà della convivenza che combatta ogni forma di razzismo. La Giornata della Memoria ci spinge a riflettere sulle forme di discriminazione e rifiuto dell’altro che rischiano di generare razzismo e violenza. Il nostro obiettivo deve essere quello di rafforzare il dialogo tra la cultura, la scuola, i giovani per affermare i principi di solidarietà, di diversità e uguaglianza culturale, di rispetto e di valorizzazione delle differenze, di convivenza e democrazia culturale”.

Infine, a conclusione dell’intervento, Minardi ha lanciato a tutti i giovani l’appello a visitare i campi di sterminio: “E’ un’esperienza molto forte che va vissuta. Non esiste testo o filmato che possa rappresentare in maniera così esaustiva l'odio ed il disprezzo contro la razza umana. Contro questa tragedia ci soccorrono le parole di Primo Levi, che ammoniva: Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2017 alle 18:08 sul giornale del 27 gennaio 2017 - 13790 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, marche, Assemblea legislativa delle Marche, liceo scientifico torelli di fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFPH