L'Anci Marche incontra i coordinatori di ambito territoriale sociale per l'accoglienza dei migranti

maurizio mangialardi (anci marche) 25/01/2017 - Prosegue il lavoro di Anci Marche per migliorare l'accoglienza sul territorio e far sì che tutti facciano la propria parte senza creare concentrazioni di migranti in pochi comuni.

Dopo la partecipazione al Tavolo di Coordinamento regionale tenutosi lo scorso 12 gennao alla presenza di tutti i prefetti delle Marche e dei rappresentanti dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati – UNHCR , il presidente di Anci Marche Maurizio Mangialardi e la Responsabile della Commissione Immigrazione Emma Capogrossi, alla presenza anche di Fabrizio Volpini, Presidente della Commissione Sanità e politiche sociale del Consiglio regionale e di Giovanni Santarelli, Dirigente del Servizio Programmazione sociale ed integrazione socio sanitaria della Regione Marche, hanno convocato ad un incontro i coordinatori di ambito territoriale sociale.

"Il confronto ed il coordinamento tra tutti gli attori coinvolti in questo processo così delicato sono di primaria importanza – ha detto Mangialardi – ed Anci Marche ha sempre sottolineato l'importanza di avere un'equa distribuzione dei flussi che il sistema SPRAR sarà in grado di garantire". Ad oggi solo 83 dei 236 comuni delle Marche ospitano migranti e, a fronte dei 4540 migranti presenti sul territorio regionale, solo 646 di questi rientrano nel sistema Sprar, mentre il restante 80% circa è sotto la diretta gestione delle prefetture. L'incontro si terrà presso il Centro Stella Maris a Torrette di Ancona a partire dalle ore 9.00





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2017 alle 21:47 sul giornale del 26 gennaio 2017 - 1008 letture

In questo articolo si parla di attualità, Anci Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFMm