Ostra: truffa un'anziana per 4.000 euro. 29enne napoletano incastrano dai vicini di casa

Truffa telefonica 24/01/2017 - Nuova operazione di contrasto alle truffe in danno delle fasce deboli portata a segno dalla Compagnia di Senigallia. I Carabinieri della Stazione di Ostra hanno infatti denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona un giovane, di 29 anni, originario di Napoli, per truffa e furto aggravato in abitazione.

Fondamentali per la risoluzione del caso sono state le testimonianze raccolte dai vicini di casa della vittima. L’indagine è partita infatti dalla denuncia presentata il 28 dicembre scorso ai Carabinieri della Stazione di Ostra da una 65enne del posto che intorno all’ora di pranzo, mentre si trovava a casa in compagnia del marito invalido, aveva ricevuto la telefonata da parte di uno sconosciuto che, qualificandosi falsamente avvocato, le aveva chiesto 5.500 euro, facendole credere che il denaro sarebbe servito a garanzia per il risarcimento del danno causato dal figlio coinvolto in un incidente stradale con feriti mentre si trovava alla guida di un’auto senza assicurazione.

Dopo qualche minuto, si era presentato a casa un giovane che le aveva raccontato di essere stato inviato dall’avvocato con cui aveva parlato al telefono per ritirare il denaro. La donna gli aveva risposto di non avere soldi in casa ma il giovane aveva insistito dicendo che sarebbero andati bene anche bracciali e collane d’oro. Poi per vincere la diffidenza della donna, le aveva passato il telefono facendole credere che stesse parlando con l’operatore del “112”. A quel punto la donna, presa dall’emozione, era entrata in casa prelevando tutti i risparmi che teneva nascosti in un luogo sicuro e consegnava 4.000 euro allo sconosciuto che subito si era allontanato.

In seguito aveva telefonato al figlio rendendosi purtroppo conto di essere stata vittima di un tragico raggiro. I Carabinieri di Ostra, dopo aver ricevuto la denuncia, sono andati sul posto interpellando uno ad uno i vicini di casa al fine di rintracciare qualcuno che nell’ora indicata avesse visto movimenti sospetti. Un vicino ha raccontato di aver assistito a tutta la scena dalla finestra del suo appartamento al primo piano e di aver notato un giovane, alto e magro, allontanarsi a piedi e poi salire su un’auto di colore nero di cui era riuscito a prendere la targa. Partendo quindi proprio dal numero di targa i Carabinieri sono risaliti all’identità di tutte le persone che erano state controllate a bordo di quell’auto.

Le fotografie dei soggetti, tutti napoletani, sono state poste in visione alla vittima che ha riconosciuto senza ombra di dubbio quella del 29enne per colui che si era presentato a casa sua fingendosi collaboratore del falso avvocato. Le indagini proseguono per individuare eventuali complici. Intanto, il 29enne napoletano, oltre alla denuncia, è stato segnalato per l’applicazione del provvedimento di prevenzione del foglio di via obbligatorio.





Questo è un articolo pubblicato il 24-01-2017 alle 15:00 sul giornale del 25 gennaio 2017 - 4281 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, ostra, articolo, truffa telefonica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFKz