Jesi: tentarono di rubare al tabacchi, baby gang inchiodata dai carabinieri

fiorello rossi 22/01/2017 - L'episodio risale al mese scorso: cinque giovanissimi sono entrati in una tabaccheria del Corso e hanno provato a rubare accendini e tabacco per un valore di 100 euro.

Solo provato, appunto, perché il titolare che se n'era accorto li aveva inseguiti e si era fatto riconsegnare la refurtiva.

Ma non è finita li. Dopo qualche giorno i ragazzi tornano, ma stavolta sono in quattro, due ragazzi e due ragazze, manca un giovane. Entrano nello stesso negozio e chiedono delle cartine. Il titolare li riconosce e non vuole servirli ma uno dei quattro giovani si reca dietro al bancone per farsi dare la merce con l'uso della forza. Il tabaccaio si libera e mette in fuga il gruppo.

Una volta denunciati i fatti, inizia una complessa operazione dei carabinieri di Jesi guidato dal luogotenente Fiorello Rossi: sono stati i filmati delle telecamere, controlli e appostamenti che hanno interessato anche la zona di Porta Valle e la stazione degli autobus, a portare alla individuazione dei quattro giovanissimi. Si tratta di due ragazzi e due ragazze tra i 15 e i 17 residenti fuori città (in Vallesina e fuori provincia), tre italiani ed uno straniero, tutti studenti di una scuola jesina. All'appello mancherebbe un ragazzino e i carabinieri stanno ancora indagando.

Per i quattro della baby gang è stata inoltrata informativa alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni delle Marche: i reati contestati tentata rapina continuata solo per due di loro e furto aggravato per la banda.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it




Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2017 alle 04:50 sul giornale del 23 gennaio 2017 - 5542 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, baby gang, minorenni, tabacchi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFFO